Cronaca

Airbnb, la tassa di soggiorno si pagherà direttamente sul portale

Bologna è la seconda città dove si sperimenta questa modalità di pagamento. Un metodo che fa scuola, e che semplifica le cose anche ai visitatori

Il Comune di Bologna è arrivato a un accordo con il portale di Home sharing Airbnb per quanto riguarda la tassa di soggiorno. Da questo trimestre infatti scatta la possibilità per il portale Airbnb di riscuotere automaticamente l'imposta di soggiorno dovuta dagli host e girarla al Comune di Bologna. 

Sotto le Due Torri, inoltre, sarà organizzato a breve un evento congiunto tra gli assessorati di Davide Conte (Bilancio) e Matteo Lepore (Economia e promozione della città) e il network di host Local Pal, per lanciare un manifesto sull'home sharing dedicato a promuovere in modo sicuro e regolare le possibilità di questa nuova forma di accoglienza.

Dopo aver aggiornato il proprio regolamento sull'imposta di soggiorno e verificato tutti i passaggi necessari, ieri l'altro il Comune di Bologna ha sottoscritto con la società Airbnb Ireland UC un accordo che prende atto delle specificità tecnologiche della piattaforma e disciplina le modalità di raccolta automatizzata conto terzi e riversamento dell'imposta di soggiorno all'Amministrazione comunale. La piattaforma online, che mette in contatto persone in cerca di un alloggio e persone (host) che dispongono di appartamenti o camere ammobiliate da affittare a uso turistico mediante inserzioni e prenotazioni, ha iniziato a informare gli host dell'entrata in vigore delle nuove norme.

Dal primo ottobre 2017 infatti, sui canoni o corrispettivi di soggiorno incassati direttamente da soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare o gestiscono portali telematici, viene applicata la tariffa del 5% sul costo della camera o appartamento (comprensivo di eventuale colazione, al netto di IVA e di eventuali servizi aggiuntivi) con il limite massimo di 5 euro a persona per notte di soggiorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Airbnb, la tassa di soggiorno si pagherà direttamente sul portale
BolognaToday è in caricamento