menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aumento tassa di soggiorno, Merola: 'Servono investimenti'

Aumenterebbe del 5-6% e verrebbe eliminato il sistema a fasce di prezzo

"Non è una stangata". Così Virginio Merola risponde a chi contesta l'aumento della tassa di soggiorno. "Servono investimenti sul turismo e sulla città" ha detto ai cronisti questa mattina a margine di una conferenza stampa in Città Metropolitana.

Un rincaro che non piace ovviamente agli addetti ai lavori: "Non mi pare che abbia colpito lo sviluppo alberghiero o turistico o abbia fatto danni alla città, i turisti finora l'hanno pagata tranquillamente" ha detto il sindaco "da quando abbiamo messo e aumentato la tassa di soggiorno è successo esattamente il contrario, così come è avvenuto in tutte le città". C'è bisogno, conferma Merola di investire su "qualità dell'arredo urbano e dei servizi turistici".

Quanto costerà dormire a Bologna

L'imposta aumenterebbe del 5-6% e verrebbe eliminato il sistema a fasce di prezzo. 

Oggi chi ha piu di 14 anni, pernotta a Bologna e non è residente, deve versare il contributo per il soggiorno. Le tariffe in vigore dal 1° febbraio 2015 prevedono: 

1. fascia 1-30,99 € tariffa 1,50 € a persona per singolo pernottamento;
2. fascia 31-70,99 € tariffa 2,00 € a persona per singolo pernottamento;
3. fascia 71-120,99 € tariffa 3,00 € a persona per singolo pernottamento;
5. fascia 121-200,99 € tariffa 5,00 € a persona per singolo pernottamento;
6. fascia oltre 201 € tariffa 5,00 € a persona per singolo pernottamento;
7. campeggi ed ostelli tariffa 0,50 € a persona per singolo pernottamento.
I minori di 14 anni sono esenti dal pagamento dell’imposta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento