Cronaca

Dalla Val di Sambro a Prato in taxi: arrivato, saluta tassista e fugge

Ventenne denunciato dai Carabinieri per insolvenza fraudolenta: aveva pattuito una cifra forfettaria di 140 euro per il viaggio, ma al momento del saldo se l'è svignata con nonchalance

Ha chiamato un taxi e da San Benedetto Val di Sambro si è fatto portare fino a Prato. Poi, giunto a destinazione, con nonchalance ha salutato il tassista e se l'è svignata. Lasciando il conto insoluto. Così è finito nei guai, un cittadino albanese di venti anni, residente a Faenza, denunciato dai Carabinieri per insolvenza fraudolenta.

La denuncia è stata redatta al termine di un’attività d’indagine iniziata qualche tempo fa, quando un tassista di San Benedetto Val di Sambro era andato a sporgere una querela nei confronti di un cliente che, dopo aver pattuito il prezzo di 140 euro per farsi accompagnare fino a Prato e aver usufruito del servizio, raggiunto il luogo prestabilito, era scappato senza pagare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Val di Sambro a Prato in taxi: arrivato, saluta tassista e fugge

BolognaToday è in caricamento