Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Teatro davanti alla Casa della salute Navile, il flashmob - VIDEO

Performance artistica con brani tratti dal Malato immaginario di Moliere

 

Gli attori del Collettivo Amalia e dell'Associazione 'Tra un atto e l'altro', si sono dati un'ora per dimostrare che teatro e poesia, nel quartiere Navile, sono sopravvissuti alla pandemia e continuano ad unire persone e luoghi. Anche luoghi inaspettati come la Casa salute del Navile, con cui gli attori hanno un rapporto di lunga data, e che ieri, 3 maggio, è stata il loro 'palcoscenico', anche se "di solito recitiamo dentro, fra i pazienti, e non all'aperto", precisano.

Il loro flashmob si chiama 'Voglio stare bene', ed è andato in scena alle 16 nel parco della Casa salute, un luogo "importante e bellissimo - commenta Anna Del Mugnaio, vicepresidente del Navile - che segna la rinascita del nostro quartiere". Gli attori, guidati dall'attrice e regista Angela Malfitano e dall'autrice teatrale Donatella Allegro, hanno portato sul 'palco' alcuni stralci del 'Malato immaginario' di Moliere, intervallati da letture di brani originali.

La riflessione tocca il tema della malattia, ma c'è spazio anche per riflettere su che cosa sia un ospedale, e che cosa significhi vivere la cura, "sulla propria calda pelle", sussurrano dai leggii, allineati sul prato. Gli attori hanno dato voce anche ad una lettera indirizzata direttamente al virus, quel Covid che "ci ha risolto il problema di cosa fare alla sera", dicono. Il tutto, nel frastuono dei cantieri che circondano l'ospedale. "L'abbiamo voluto fra le macchine e le persone, in orario di lavoro- precisa Malfitano- in mezzo a tutto quel che il Navile e la citta' di Bologna rappresentano. Ritorniamo alla vita". Il flashmob fa da anteprima al festival del Collettivo Amalia, 'Salute a te!', che si svolgerà a partire da giugno prossimo in vari Comuni dell'area metropolitana di Bologna.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento