Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca

Si lancia nel fiume Savena, ragazzina salvata dai Carabinieri

A far scattare i soccorsi il messaggio a un'amica: il padre è riuscita a geolocalizzarla, ma ha trovato solo il suo zaino

Avrebbe dovuto essere a scuola e invece è stata soccorsa da Carabinieri e sommozzatori dei Vigili del Fuoco. Tragedia sfiorata questa mattina alle 8 circa alle porte di San Lazzaro, in via Dozza, dove una minore si è gettata dal ponte sul fiume Savena, un volo di 7 metri, 

A far scattare la catena dei soccorsi è stato un messaggio che annunciava l'intenzione di farla finita a un'amica che ha chiamato il padre. Lui l'aveva appena accompagnata per un tratto di strada verso la scuola, è riuscito a individuarla tramite la geolocalizzazione ed è accorso sul ponte sul Savena. Lì ha trovato solo il suo zainetto, così ha chiamato il 112. 

I militari del nucleo radiomobile sono scesi sul greto e l’hanno visto annaspare, forse stordita a causa dell'impatto, si sono tuffati e l'hanno raggiunta, non riuscendo però a estrarla dall'acqua poichè la studentessa lamentava forti dolori, inoltre il quel tratto la corrente è molto forte e l'acqua molto fredda. Infine si sono riparati dietro una roccia. 

A metterla definitivamente in sicurezza, i nuclei Sommozzatori Saf (Speleo Alpino Fluviale) dei Vigili del fuoco che l'hanno imbarellata in acqua e affidata ai sanitari del 118. 

Da un primo esame, avrebbe riportato una ferita lacero-contusa a una gamba e traumi diffusi. E' stata trasportata all'ospedale Maggiore in codice 3. 

Al di là del lieto fine, ora chi sta vicino alla ragazza dovrà affrontare forse la parte più difficile: comprendere le motivazioni di un gesto così drammatico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si lancia nel fiume Savena, ragazzina salvata dai Carabinieri
BolognaToday è in caricamento