Terremoto: da EasyJet ad Ascom raccolta fondi ed aiuti in arrivo

Continua la gara di solidarietà da parte di associazioni, privati e realtà economiche: camere messe a disposizione da Federalberghi, panini distribuiti da panificatori. Attivato anche servizio Sms per beneficenza

Continua la gara di solidarietà a favore dei terremotati da parte di associazioni, privati e realtà economiche.

EeasyJet, la terza compagnia aerea in Italia operativa su Bologna, sta organizzando una raccolta fondi a bordo dei suoi voli per supportare la popolazione dei comuni dell'Emilia devastati dal sisma.
Per un mese, a partire da lunedì 28 maggio, su tutti i voli domestici e parte dei voli internazionali operati da/per l'Italia, sarà offerta la possibilità di dare il proprio contributo per raccogliere fondi in favore delle persone colpite dal sisma. Le somme raccolte a bordo saranno devolute alla Croce Rossa Italiana per supportare gli interventi di prima assistenza nell'area terremotata.
Anche la compagnia farà una donazione di solidarietà alla Croce Rossa Italiana.

Ascom Bologna. Mille camere messe a disposizione da Federalberghi, duemila panini distribuiti dall'associazione dei panificatori nei sette campi di accoglienza. Sono due delle iniziative avviate da Ascom-Confcommercio Bologna in solidarietà per gli abitanti delle zone colpite dal sisma. Le camere, attraverso la protezione civile, sono già fruibili da ieri. I pasti saranno garantiti grazie alla collaborazione con Camst e con la federazione ristoratori. L'Associazione Fedagromercati Acmo dei grossisti ortofrutticoli del Caab ha inoltre attivato una raccolta di prodotti freschi da destinare ai campi.

SMS SOLIDARIETA'. "L'aiuto più concreto che si può dare - precisa - è mandare un semplice sms solidale al numero 45500 (gestito dalla Regione Emilia-Romagna e dalla Protezione civile nazionale), che permette di donare due euro per dare un aiuto alle popolazioni delle zone colpite dal terremoto. Allo stesso numero si può anche telefonare dalla rete fissa".

La Regione ha anche attivato una raccolta fondi per privati o enti pubblici per chi intenda contribuire a sostenere i costi del terremoto nelle province di Modena, Ferrara, Reggio Emilia e Bologna: per gli enti pubblici è previsto l'accreditamento sulla contabilità speciale 30864 della Banca d'Italia - Sezione Tesoreria di Bologna. Per i privati, ci sono una serie di opzioni per i versamenti: c/c postale 367409 intestato a Regione Emilia- Romagna, Presidente della Giunta Regionale - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna; bonifico Unicredit Banca spa agenzia Bologna Indipendenza - intestato a Regione Emilia-Romagna, Iban IT 42 I 02008 02450 000003010203; nelle agenzie Unicredit Banca Spa sul conto di Tesoreria 1 abbinato al codice filiale 3182. In tutti i casi (privati o enti pubblici) il versamento dovrà essere accompagnato dalla causale: 'Contributo per il terremoto 2012 in Emilia-Romagna'. Chi volesse donare beni materiali potrà contattare le grandi organizzazioni di volontariato già attive come Croce Rossa, Caritas, associazioni nazionale degli alpini o simili. Se ci si vuole impegnare in prima persona, offrendo tempo e competenze, è necessario rivolgersi alle associazioni di volontariato locali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero precipitato ad Argelato: morto in ospedale il giovane pilota

  • Precipita con l'aereo, morto a 23 anni: chi era la vittima

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Perdita d'acqua in via Indipendenza, negozi allagati e disagi al traffico | VIDEO - FOTO

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Al Maggiore primo intervento al mondo di asportazione di colon e fegato eseguito con robot

Torna su
BolognaToday è in caricamento