Crevalcore, ricostruzione post-sisma: 14 truffatori alla sbarra

Sono accusate di aver usufruito, senza averne diritto, del CAS - Contributo per l'Autonoma Sistemazione dopo il terremoto del 2012

Sisma 2012: Crevalcore

Truffa aggravata e falso ideologico, questa l'accusa formulata dal pm Marco Forte che ha chiesto il rinvio a giudizio per 14 persone accusate di aver "approfittato", senza averne diritto, del CAS - Contributo per l’Autonoma Sistemazione dopo il terremoto del 2012 che aveva colpito, tra gli altri, Crevalcore. 

Nell'inchiesta erano finiti anche il sindaco Claudio Broglia e l'allora assessore alla Sanità, Politiche Sociali e Servizi alla persona Maria Pia Roveri (riconfermata nel 2014) ai quali i magistrati contestavano di non aver segnalato le irregolarità, ma entrambi hanno fornito documentazione a discolpa: Broglia per non essere direttamente coinvolto nell'iter del Cas e Roveri poiche intendeva arrivare a un quadro completo della questione. Per loro il pm ha chiesto l’archiviazione.

I 14 indagati (tre dei quali sono ancora irreperibili) invece, dichiarando l'inagibilità delle loro abitazioni di Crevalcore e di essersi trasferiti, avevano usufruito del contributo, ma le indagini hanno stabilito che da quelle case non si erano mai spostati fornendo inoltre false dichiarazioni. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

Torna su
BolognaToday è in caricamento