menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto, bandiera a mezz'asta in comune. Merola: "Bologna manderà aiuti"

Grande solidarietà da Bologna: Virginio Merola, Claudio Broglia e Daniele Manca 'promettono' un impegno sincero, ricordando la stessa tragedia vissuta direttamente quattro anni fa. Intanto il PD sospende i dibattini alle Feste dell'Unità

Una giornata molto triste quella di oggi: l'amaro risveglio con la notizia di un devastante sisma con epicentro fra Marche e Lazio che è stato avvertito nella notte anche in Emilia Romagna e a Bologna. Palazzo d'Accursio, in segno di lutto, ha la bandiera a mezz'asta. 

"L'Emilia ha conosciuto quattro anni fa la stessa tragedia e anche Bologna non farà mancare il suo aiuto alle città e a chi è stato colpito da questo fortissimo sisma". E' la promessa del sindaco del Comune e della Città metropolitana di Bologna, Virginio Merola, che esprime la propria "solidarietà e vicinanza" ai sindaci e alle popolazioni interessate dal terremoto.

La Protezione Civile e i soccorrotori hanno invitato a non recarsi sul posto per portare aiuti o gesti di solidarietà e nel frattempo si sono attivate le raccolte fondi e di generi di prima necessità: qui tutti i punti di raccolta e le raccolte fondi a sostegno alle vittime del sisma di questa notte. 

"Bologna è vicina alle popolazioni duramente colpite dal terremoto di questa notte" - scrive Merola - sotto il coordinamento della Regione sono già partiti mezzi della Protezione civile per portare soccorso nelle zone terremotate". Nel frattempo, la Città metropolitana riferisce che si stanno definendo le modalità, in coordinamento con la Regione, da attivare a breve per la raccolta fondi.

Solidarietà anche da Crevalcore, una delle cittadine bolognesi colpite dal sisma del 2012. "Crevalcore intende fare la sua parte- assicura su Facebook il sindaco Claudio Broglia, che è anche senatore del Pd - memore di quanto e'' successo a noi e che purtroppo adesso è toccato in sorte a persone e famiglie che ci sono state tanto vicine".

Il primo cittadino spiega che, per il momento, è stata richiesta solo la disponibilità di impiegati e tecnici degli uffici comunali. "Stiamo verificando la possibilità di inviare una task force di alcune unità - scrive Broglia - Grazie a tutte le persone che ci hanno già interpellato, dicendosi pronte a prestare un aiuto. Sarà nostra premura, non appena ve ne saranno le condizioni, chiedere a tutti i cittadini l'impegno massimo sia in termini di aiuti economici che in termini di aiuti di beni di prima necessita'', facendo si'' che tutto vada al posto giusto nel momento giusto". 

ANCI Emilia-Romagna, in stretto coordinamento con la Regione Emilia-Romagna, con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e ANCI Nazionale ha mobilitato la propria struttura a supporto delle popolazioni e amministrazioni colpite dal terribile sisma di questa notte. Daniele Manca, presidente di ANCI Emilia-Romagna, ha attivato Sindaci e amministrazioni comunali dell’Emilia-Romagna al fine di raccogliere disponibilità di tecnici comunali, polizie locali, responsabili di protezione civile e volontari dei gruppi comunali, al fine di organizzare eventuali turni di lavoro a supporto delle comunità vittime del duro sisma qualora questa esigenza venga esplicitata dalla Protezione Civile nazionale o regionale.

“In totale armonia con il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini” dichiara Daniele Manca “ANCI Emilia-Romagna ha avviato la predisposizione di un piano di mobilitazione operativa del personale: in questo modo, se richiesto, potremo integrare, grazie all’aiuto dei Sindaci e dei Comuni emiliano-romagnoli, gli interventi attivati da subito dalla nostra Regione”. ANCI Emilia-Romagna invita tutte le Amministrazioni e chiunque volesse fare donazioni a usare l'IBAN IT69G020080243500010442896 con causale "Emilia-Romagna per sisma Centro Italia" intestato a Agenzia Protezione Civile Emilia-Romagna, oppure il numero per gli sms solidali della protezione civile nazionale 45500.

Conclude Manca: “è con il ricordo ancora vivo del sisma che ci ha colpito qualche anno fa che esprimo la mia più profonda vicinanza alle comunità e alle amministrazioni che stanno affrontando oggi questa disgrazia”.

NIENTE DIBATTITI ALLE FESTE DELL'UNITA' IN SEGNO DI RISPETTO. Dibattiti politici sospesi questa sera in tutte le feste dell'Unità in Emilia-Romagna. Una decisione, questa, presa dal Pd come segno di rispetto per il dramma che sta vivendo il centro Italia per il terremoto della notte scorsa. Le feste rimarranno comunque aperte "per promuovere la raccolta fondi e le iniziative di solidarieta'' verso le popolazioni colpite dal sisma", come annuncia il segretario regionale Paolo Calvano. Il numero uno dei dem in Emilia-Romagna ha anche scritto una lettera agli iscritti per invitarli ad aderire alla raccolta fondi promossa dal Pd nazionale.

"Il Pd dell''Emilia-Romagna promuoverà la raccolta fondi ovunque sarà possibile, a cominciare dalle nostre Feste dell'Unità, nelle quali stiamo organizzando banchetti informativi", scrive Calvano nella lettera visionata dalla ''Dire''. "Io e tutto il gruppo dirigente- sottolinea- ci impegneremo in prima persona con una donazione e con la disponibilita'' a organizzare tutte le iniziative necessarie per dare un contributo concreto ai territori colpiti".

Per questo "chiedo una mano anche a te - prosegue il segretario - Siamo un grande partito, sappiamo cosa significa la solidarietà civile e umana e di fronte a una simile tragedia dobbiamo essere tutti consapevoli di quanto un piccolo gesto, una piccola donazione possano aiutare davvero chi ha perso tutto". Il Pd di Bologna, la cui festa apre i battenti domani, ha annullato "in segno di solidarieta'' verso le popolazioni colpite dal terremoto" anche i due appuntamenti previsti per l''inaugurazione nella sala intitolata a Nilde Iotti. "Ci sarà comunque un momento di apertura in tono minore della manifestazione, con i segretari Critelli e Calvano e la vicesegretaria nazionale Debora Serracchiani, occasione in cui saranno esposte le diverse iniziative di solidarieta'' del Pd in sostegno agli sfollati del sisma". Nel frattempo anche il Pd di Bologna "invita tutti i cittadini interessati" a donare attraverso il conto aperto dal Pd nazionale.

(fonte Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento