Terremoto Bologna: treni in tilt, ritardi fino a 4 ore

La stazione centrale affoltaissima: convogli bloccati per accertamenti sui binari. Dalle 8 del mattina le Ferrovie tranquillizzano: "le ricognizioni tecniche previste sono in corso di ultimazione"

Treni in tilt inseguito alle forti scosse di terremoto che si sono susseguite nella notte, provocando danni ingenti al patrimonio artistico della Provincia di Bologna e anche il decesso di una giovane donna per infarto. Il traffico ferroviario rallentato per precauzione si è intasato, numerosi i ritardi registrati fino anche a oltre 4 ore. La stazione centrale di Bologna in mattinata era affollata di viaggiatori in attesa.

Subito dopo la scossa delle 4.03 (la più forte, magnitudo 6), i treni sono stati bloccati per le necessarie verifiche tecniche sulle linee.

La circolazione è stata riattivata solo dopo le 7.45 su tutte le principali linee ferroviarie presenti nelle aree colpite dal sisma. Aperte anche le linee ad Alta Velocità Bologna-Milano e Bologna-Firenze. Restano da riattivare solo la tratta Bologna- Rovigo e Bologna-Poggio Rusco dove - spiegano le Fs - "le ricognizioni tecniche previste dai protocolli di sicurezza per verificare l'integrità delle infrastrutture, avviate ovunque nel corso della notte, sono in corso di ultimazione".

 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna, le Sardine festeggiano e escono di scena: "Non siamo nati per stare sul palcoscenico. E' tempo di tornare alle nostre priorità"

  • Lunga giornata di voto in Regione. Boom alle urne, oltre il 70% a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento