Terremoto Bologna: crolli e danni in tutta la Provincia

Chiese e monumenti storici hanno ceduto in diverse località dell'hinterland bolognese. Evacuata anche qualche casa

Diversi i danni inseguito alle forti scosse di terremoto della notte rilevati anche nella Provincia di Bologna. Il fatto più grave  risulterebbe il decesso di una donna di 37 anni. Nessun altro ferito nel bolognese, come riferisce l'Ausl. Una donna di 80 anni, pero, malata di Alzheimer, è stata recuperata dal 118 a San Pietro in Casale: l'ambulanza chiamata in mattinata dalla polizia municipale in un casolare di campagna fatiscente e dichiarato inagibile, in via Giovecca. La pensionata, che è assistita da una badante, è stata trasportata fuori dai paramedici. Non ha avuto bisogno di essere ricoverata in ospedale, ed è stata quindi ospitata in casa da parenti.

SFOLLATI. Evacuati alcuni edifici, gli sfollati in Regione sarebbero oltre 2500, nel bolognese 55 persone hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni.

DANNI EDIFICI E MONUMENTI. E stato inoltre accertato il crollo di una statua all’interno della Chiesa di San Giovanni in Persiceto e crepe e inagibilità alla chiesa di Caselle di Crevalcore, mentre dalle case adiacenti sono state evacuate per precauzione 14 persone.
Inoltre a San Matteo della Decima sono caduti calcinacci nella chiesa.

Crolli anche a Crevalcore: in località Ronchi presso comunità terapeutica, si è verificata la caduta di alcune tegole dal tetto e varie crepe interne sui muri dell’edificio. In località Galeazza (castello di Galeazza) è ceduta la parte superiore della torre. Sull'entità dei danni accertamenti in corso.

Rassicurazioni, invece, sulla situazione scuole.

In considerazione dei danni ingenti che hanno interessato il patrimonio artistico e storico delle Province emiliane colpite dal sisma, in particolare edifici di culto, i Carabinieri dell’Emilia Romagna hanno inviato i militari dello speciale Nucleo di Tutela Patrimonio Culturale nelle zone devastate dalle scosse, per eseguire un monitoraggio di dettaglio delle strutture che hanno riportato lesioni. Essi affiancheranno costantemente i Carabinieri dell’Arma locale anche nelle riunioni che sono in corso di svolgimento presso le Prefetture di Modena e Ferrara, maggiormente colpite.

Inoltre, sono stati inviati anche contingenti di militari dei battaglioni mobili, per garantire una copertura delle aree colpite per tutti i necessari servizi di vigilanza e supporto alle operazioni di soccorso e messa in sicurezza: 30 a Ferrara e 20 a Modena. Ad essi si aggiungono 2 unità cinofile che  supporteranno le squadre di soccorso.

AGGIORNAMENTI SUL TERREMOTO QUI

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna, le Sardine festeggiano e escono di scena: "Non siamo nati per stare sul palcoscenico. E' tempo di tornare alle nostre priorità"

  • Incidente, scontro frontale a Castel Guelfo: 24enne grave al Maggiore

  • Lunga giornata di voto in Regione. Boom alle urne, oltre il 70% a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento