Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Navile / Via Giacomo Matteotti

Terremoto Bologna, scuole: la maggior parte verso la riapertura

Oggi stop alle lezioni in 6 Comuni felsinei, per controlli. Da domani molte aule riapriranno. Ecco quali gli edifici agibili e quali no

Le verifiche di agibilità di tecnici comunali, provinciali e Vigili del Fuoco si sono concentrate, nella giornata di ieri, su scuole ed edifici pubblici. Chiuse le scuole in 6 comuni bolognesi per la giornata del 21 maggio. Ma "il completamento delle verifiche sugli edifici scolastici di alcuni comuni che oggi hanno tenuto chiuso - comunica la Provincia di Bolgna -  dovrebbe permettere la regolare ripresa delle attività scolastiche su tutto il territorio provinciale, salvo, evidentemente, l'accertamento di inagibilità dei plessi in queste ore oggetto di sopralluoghi tecnici."

La situazione nel dettaglio sugli edifici scolastici:
Dalla mattina di ieri sono stati eseguiti numerosi sopralluoghi negli edifici scolastici della Provincia a partire da quelli nelle zone limitrofe all’epicentro e a quelle considerate a maggior vulnerabilità, in particolare negli edifici storici del centro di Bologna. La situazione riscontrata è in generale buona  con due criticità da segnalare.

La prima è sul Liceo Sabin di Bologna, visionato questa mattina dal personale tecnico della Provincia, dove sono state riscontrate lesioni sulla facciata principale che richiedono approfondimenti e che hanno imposto e imporranno l’interdizione precauzionale di alcuni passaggi con transenne.

L’altro edificio con problemi di inagibilità parziale (6 aule inagibili) è il Malpighi di Crevalcore in cui ci sono alcune criticità legate a cedimenti di controsoffitti, corpi illuminanti e ribaltamento di armadi. La scuola è comunque chiusa come disposto da ordinanza del sindaco. I piccoli interventi per la risoluzione di questi problemi verranno messi in atto entro la settimana. Si segnala che il plesso ha molta comunque disponibilità di spazi e questo permette di articolare l'intervento con maggior respiro.

Questi gli altri edifici visionati già ieri che non presentano criticità e sono agibili:
- a Bologna: Rubbiani, Artistico, LauraBassi, Belluzzi, Pacinotti, Fioravanti, Galvani, Minghetti
- a Budrio: G.Bruno,
- a Molinella: G.Bruno,
- a S.Lazzaro: Majorana
- a S. Giovanni in Persiceto: Malpighi,Mattei, Auditorium.


Altri edifici non sono stati visionati dai tecnici provinciali nella giornata del 20 maggio perchè già visionati da colleghi comunali e dai dirigenti scolastici stessi (che non hanno riscontrato alcun problema). In quasi tutti questi territori peraltro non si sono registrate(a ieri sera) telefonate al comando dei Vigili del fuoco. In ogni caso anche in questi edifici sono in corso da questa mattina i sopralluoghi.

Sempre nella mattina di ieri cono stati eseguiti i sopralluoghi in alcuni edifici istituzionali, in particolare nella sede di via Zamboni, nel Conservatorio e Benedetto XIV. I problemi riscontrati sono, in sede, di modestissima entità e tali da non inibire alcuna funzione o passaggio. Dalla mattinata di oggi sono in corso i sopralluoghi negli altri edifici sul territorio: Centri per l'impiego e magazzini stradali.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Bologna, scuole: la maggior parte verso la riapertura
BolognaToday è in caricamento