Terremoto Crevalcore: qui i danni maggiori, per 300 notte in palestra

A disposizione 300 posti per sfollati e cittadini che non si sentivano al sicuro nelle loro case. Nel crevalcorese crollati monumenti storici ed edifici dichiarati inagibili

Circa trecento posti a disposizioni nell'area di accoglienza approntata a Crevalcore, il comune bolognese che ha subito maggiori danni per le scosse di terremoto della scorsa notte: crollato il campanile della Chiesa di San Silvestro, macerie al Castello di Galeazza, danni in un centro di recupero per tossicodipendenti fatto sfollare. 

In una palestra del paese messa a disposizione affinchè vi pernottassero sia gli evacuati - cioé di gente costretta a lasciare la propria casa perché dichiarata inagibile - ma anche i cittadini che non si sentivano sicuro nelle proprie abitazioni, impauriti soprattutto dopo la scossa del pomeriggio. E' quanto è emerso dal vertice in prefettura a Bologna convocato dal prefetto Angelo Tranfaglia.

Raccontaci la tua esperienza, condividi le tue immagini scrivendo a: bolognatoday@citynews.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

  • Avvelenato e lasciato nel parcheggio va in coma e muore dopo 2 giorni: fermati due coniugi

Torna su
BolognaToday è in caricamento