rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024

Viaggio al centro del cratere, 10 anni dopo il terremoto: "Crevalcore ancora un cantiere" | VIDEO

Bologna Today ha incontrato il sindaco e la comunità del paese del bolognese più colpito dal sisma del 2012. Per ripercorrere quei momenti con chi li ha vissuti sulla propria pelle, fare il punto sulla ricostruzione e capire, 10 anni dopo, con cosa ci si trova a fare i conti

Alle ore 4.03 di domenica 20 maggio 2012 una scossa di magnitudo 5.9, a una profondità di 6,3 km, colpì la porzione settentrionale dell'Emilia-Romagna, tra le province di Bologna, Reg­gio Emilia, Modena e Ferrara. Alla prima, seguirono altre scosse. La terra avrebbe tremato ancora alle ore 9 di martedì 29 maggio (5.8 gradi Richter e profondità 10 km) con epicentro localizzato più a ovest rispetto alla precedente scossa. 

A 10 anni da quello che è stato definito "il primo terremoto economico della storia" poichè si è abbattuto fortemente sul tessuto produttivo, Bologna Today ha incontrato il sindaco e la comunità di Crevalcore, il centro maggiormente colpito della provincia bolognese. 

"Crevalcore è ancora un cantiere, basta fare un passaggio su via Matteotti - dove sono in ricostruzione il municipio, il teatro  e porta Modena - perchè è stata data priorità alla ricostruzione degli alloggi privati che è sulla linea del traguardo, con oltre il 93-94% delle risorse assegnate" osserva il sindaco Marco Martelli, in quei giorni del 2012 assessore con delega all’Ambiente, Protezione civile, Lavori pubblici e Associazionismo. Oltre al municipio, che è stato spostato alla biblioteca comunale, e il teatro, nel centro storico, rimangono da ricostruire porta Modena e Villa Ronchi, un edificio storico nella campagna crevalcorese, mentre le scuole sono state ripristinate completamente in tre anni. 

Quasi tutti i cittadini sono rientrati nelle loro case: "Si è data la precedenza ai privati - visto che - i lavori pubblici sono un po' più lenti e complicati". 983 le abitazioni inagibili al 29 di maggio 2012 e al comune sono stati assegnati 171 milioni di euro della ricostruzione: "160mila li abbiamo già distribuiti". 

10 anni dal terremoto in Emilia: Crevalcore prima e dopo | FOTOGALLERY

La ricostruzione sconta la pandemia e il costo delle materie prime

Martelli è succeduto al sindaco Claudio Broglia nel 2019: "Il lavoro era già impostato, i problemi sono venuti con la pandemia e la guerra". Anche i cantieri in atto scontano quindi l'alto costo delle materie prime e le imprese hanno "partecipato agli appalti sapendo di dover sostenere dei costi, ora se ne ritrovano degli altri, sono in difficoltà, stiamo ragionando con la Regione per trovare una soluzione, voglio essere fiducioso" continua il sindaco. 

Il ricordo di Marco Martelli

"Seguivo il campo degli sfollati mentre Maria Pia Roveri seguiva il sociale e doveva gestire il rientro delle persone nelle case o trovare un'abitazione alternativa. Sappiamo che le tendopoli si possono tenere in piedi un paio di mesi. In tre mesi riuscimmo a sistemare le persone che avevano la casa inagibile. La mattina della prima scossa mi chiamò il sindaco Broglia chiedendomi di trovare una sistemazione per una famgilia con l'abitazione inagibile. Ho pensato a un ufficio all'interno della nostra palestra, la sera le persone erano diventate 200".  

Cos'ha insegnato l'esperienza del terremoto? "Sicuramente ci fu uno slancio di solidarietà e coesione sociale, che invidio in questo momento, con il passare del tempo è andato via via scemando, lo dico con rammarico, il senso di comunità manca in questo momento, è un grave errore".  

10 anni di terremoto: gli eventi in programma

Dal racconto per immagini, alla "escursione ciclogastronimica", agli eventi con le scuole, poi la mostra di Guido Bianconi, che ha trasformato i libri, che dopo il sisma erano destinati al macero, in opere d'arte. I cittadini potranno visitare anche i cantieri e il punto sulla ricostruzione sarà fatto il 29 maggio con il sindaco Marco Martelli, il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, il sindaco metropolitano, Matteo Lepore, e l'assessora all'ambiente a alla protezione civile, Irene Priolo. 

A 10 anni dal terremoto, il ricordo è sempre vivo: "Quella sera ho perso la voce" | VIDEO 

Viaggio al centro del cratere, 10 anni dopo il terremoto: "Crevalcore ancora un cantiere" | VIDEO 

Macerie, silenzio e un caschetto: memorie dal sisma

10 anni dal terremoto dell'Emilia: gli eventi comune per comune

Il terremoto emiliano del 2012: la voce dell'esperto 

Terremoto 2012: dopo il restauro, riapre la Basilica di Santa Maria Maggiore 

Report del servizio sismico: terremoto in Emilia, tra falsi miti e indagini scientifiche 

Immagini dall'inferno, andata e ritorno:

Terremoto, l'Emilia tra distruzione e macerie

 

Terremoto Finale Emilia: ad un passo da noi, l'inferno - FOTO

Terremoto, edifici sgretolati e muri squarciati a Galliera

Decima e Castello d'Argile dopo il Terremoto: foto

Crevalcore città ferita: fotoreportage dopo il terremoto

Terremoto, la conta dei danni si allarga: a rischio San Francesco

Terremoto, il Comune di Bologna evacuato

Pieve di Cento dopo le nuove scosse e le vicine tendopoli

Mulino Parisio: le operazioni di demolizione

Concerto x l'Emilia: solidarietà, orgoglio e commozione - ©TM News Infophoto

Crevalcore post sisma: un cantiere a cielo aperto

Sisma, un anno dopo: il cuore dei bimbi

Video popolari

BolognaToday è in caricamento