Terremoto, ricostruzione: 'Priorità a scuole, verifiche case e sistemazioni degne per sfollati'

A Bologna si è tenuta ieri la prima riunione del Comitato istituzionale per la gestione della ricostruzione, composto da sindaci e presidenti di Provincia delle zone colpite. Tracciate le linee guida per la ripartenza

L'Emilia terremotata guarda avanti, anche se la terra continua  a tremare sotto i piedi, si pensa alla ripartenza. A Bologna si è tenuta ieri la prima riunione del Comitato istituzionale per la gestione della ricostruzione, in cui sono state tracciate le linee guida. Priorità sarà data alle scuole e poi subito alle abitazioni per “trovare una sistemazione degna alle persone che hanno la casa inagibile”. Il presidente della Ragione Vasco Errani, in qualità di commissario delegato alla gestione della costruzione, ha sintetizzato così le decisioni della prima riunione del Comitato - composto dai sindaci e dai presidenti di Provincia delle zone colpite dal terremoto - che lo affiancherà nel governo del processo della ricostruzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono 161 le scuole da mettere in sicurezza in modo da garantire l’apertura a settembre con l’inizio del nuovo anno scolastico, mentre si stanno completando le verifiche sugli altri edifici scolastici rimasti gravemente danneggiati per poter programmare i moduli provvisori laddove necessari. “Nei prossimi giorni - ha spiegato Errani - firmerò un atto per consentire ai sindaci e alle province di attivare subito i lavori”.
Intanto, ha aggiunto il presidente, “stiamo accelerando le verifiche sulle abitazioni” per avere un quadro il più vicino possibile al dato definitivo, procedere alla definizione delle percentuali di riconoscimento dei danni ai cittadini e trovare una sistemazione adeguata per chi potrà rientrare in casa solo in tempi medio-lunghi. “Le soluzioni saranno articolate - ha detto Errani - anche in relazione alle condizioni dei diversi Comuni e delle esigenze dei cittadini”.
Il presidente ha ricordato l’accordo firmato con le banche per sostenere il credito e gli investimenti delle imprese e ha aggiunto che si sta lavorando per ottenere “crediti super agevolati” che permettano alle famiglie di avviare i lavori nelle proprie abitazioni. Già nei prossimi giorni saranno definiti programma e linee strategiche delle prossime settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

  • Dolci e leccornie: 5 imperdibili pasticcerie a Bologna

  • Covid, 3 studenti positivi a Castello D’Argile e a Bologna: coinvolte 49 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento