rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca

Terremoto oggi 27 settembre: ultime scosse e news

La terra ha smesso di tremare e una primga grande buona notizia è arrivata dalla Regione: sono arrivati i primi 321.775 mila euro previsti per le aree colpite dal terremoto

Salvo una scossa di magnitudo 2.8 registrata ieri intorno a mezzogiorno, i fenomeni sismici sembrano essersi finalmente fermati. Ma non si ferma la voglia di ricominciare e di ricostruire e proprio sul tema della ricostruzione e della ripresa è giunta una buona notizia: come annunciato da Vasco Errani sono arrivati i primi 321.775.000 euro previsti dal Decreto legislativo 74 per le aree colpite dal terremoto. Si tratta di una prima quota dei 475 milioni stanziati per il 2012 e serviranno per pagare effettivamente tutti quegli interventi che siano stati programmati e decisi con ordinanze dal Commissario per la ricostruzione.  "Sono stati rispettati gli impegni- ha commentato Errani -  ed effettuati velocemente tutti i provvedimenti necessari, quindi i Comuni hanno ora in disponibilità le risorse. Procediamo nel nostro lavoro come previsto, senza promettere miracoli ma realizzando quanto ci eravamo prefissati".

DESTINAZIONE DEL DENARO ARRIVATO IN EMILIA. Il denaro è stato destinato a ripristini e moduli per le scuole, piano per l'avvio della ricostruzione dei municipi e dei beni monumentali, opere provvisionali, moduli abitativi temporanei, interventi sugli impianti di bonifica, gestione delle tendopoli e in pratica tutto quanto riguardi gli edifici pubblici o di fruizione pubblica. Inoltre, questi fondi serviranno ai Comuni per liquidare ai cittadini il contributo per l'autonoma sistemazione (il cosiddetto Cas) che nella prima fase ha riguardato 14.327 nuclei familiari distribuiti in 51 comuni, per complessivi 9 milioni e 600 mila euro. Erano già stati messi a disposizione circa 2,5 milioni con risorse stanziate dallo Stato per la prima fase dell'emergenza: oggi con un atto della Protezione civile sono stati trasferiti ai Comuni gli ulteriori 7 milioni che mancavano all'appello. I fondi saranno già venerdì a disposizione delle amministrazioni locali, che con propri atti di assegnazione potranno provvedere alla liquidazione dei singoli nuclei familiari. Fin dai prossimi giorni, sulla base delle richieste dei Comuni, saranno avviate le procedure per trasferire le risorse relative anche alla seconda fase del Cas, quello operativo dall'1 agosto. Questi 321.775.000 euro rappresentano la prima parte dei 475 milioni stanziati a favore dell'Emilia-Romagna: si tratta del 94% circa dei 500 complessivamente previsti per il 2012, di cui spettano quote per 25 milioni a Lombardia e Veneto. Progressivamente si andrà verso il completamento dei trasferimenti per l'annualità. Il Decreto legge 74, convertito con la Legge 122, ha previsto 2,5 miliardi per il triennio 2012 (500 milioni), 2013 (1 miliardo) e 2014 (1 miliardo), per la prima assistenza e per le opere e i servizi pubblici.

DUBBI DEL PDL SULLA SCUOLA. A poco più di una settimana dall'inizio dell'anno scolastico, Andrea Leoni (Pdl) ha rivolto un'interrogazione per conoscere la situazione dell'edilizia scolastica nelle zone colpite dal terremoto. Il consigliere regionale del Pdl riferisce infatti di "gravi disagi", per studenti e operatori, a causa di ritardi nell'installazione dei moduli prefabbricati sostitutivi degli edifici scolastici dichiarati inagibili. Leoni segnala il rischio che la regolarità dell'attività didattica sia compromessa e sottolinea la necessità "di porre in essere tutte le misure a disposizione per garantire la disponibilità di moduli prefabbricati e per rimuovere gli ostacoli che fino ad ora hanno provocato ritardi nell'installazione".

GLI AIUTI AI TERREMOTATI CHE ARRIVANO DALLA LOIRA. Il sottosegretario alla Presidenza della Regione Alfredo Bertelli ha ricevuto una delegazione del Gruppo di amicizia Italia-Francia del Senato della Repubblica francese. La delegazione, guidata dal senatore Francois Zocchetto, era accompagnata dal console di Francia a Milano Joel Meyer e dal Console onorario a Bologna Giuliano Berti Arnoaldi Veli. Bertelli, che ha fatto il punto sulle iniziative in corso per la ricostruzione dopo il terremoto, ha espresso la riconoscenza della Regione Emilia-Romagna per il sostegno francese alle popolazioni emiliano-romagnole. La Regione Aquitania in particolare si è proposta per il restauro completo del teatro di Pieve di Cento e una delegazione di tecnici e funzionari pubblici sarà sul posto dall'1 al 3 ottobre, per visitare i luoghi colpiti dal sisma ed iniziare i lavori di restauro. Anche la regione dei Paesi della Loira ha donato 50 mila euro per aiutare i territori colpiti dal sisma, in particolare per contribuire alla ricostruzione delle scuole danneggiate. La visita della delegazione è proseguita nella sala operativa dell'Agenzia regionale di Protezione civile.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto oggi 27 settembre: ultime scosse e news

BolognaToday è in caricamento