Cronaca

Terremoto oggi 30 luglio: ultime scosse e news

Ieri giornata 'più movimentata', 5 le scosse registrate, le maggiori non hanno pero' superato magnitudine 2.4. Intanto si dimezza il numero dei terremotati assistiti dalla Protezione civile

30 luglio: oltre due mesi dall'inizio del terremoto in Emilia, oltre 1.300 scosse registrate, il lunghissimo sciame sismico - come in zona non capitava dal 1540 -  non cede ancora la presa anche se nelle ultime settimana ha 'arrancato' parecchio: sempre meno le repliche, sempre più blande. Ieri, invece, si è rivelata una giornata particolarmente 'ballerina', rispetto alle ultime più 'sonnolente' cui siamo stati abituati.
Se l'istituto di geofisica e vulcanologia (INGV) non ha registrato scosse nè nella notte appena trascorsa, nè nella prima mattinata odierna (prima scossa di oggi avvertita alle ore 14.19, magnitudo 2.4, Modena), ieri sono state ben 5 le repliche rilevate, anche se tutte deboli, nessuna ha infatti superato magnitudine 2.4. La prima ha avuto luogo alle ore 1.30  (magnitudo 2 ) con epicentro nel Modenese, seguita da una seconda alle ore 7.47 (magnitudo 2.2, epicentro ancora nella provincia di Modena). Altra scossa registrata dodici ore dopo -  19.43 - di appena magnitudine 2 della scala Richter (sempre medesimo epicentro). Infine le due repliche più forti della giornata, magnitudine di assai scarsa rilevanza, 2.4, avvenute in serata tra le 21 e le 23, con epicentro ancora nella provincia modenese.

<< BOLLETTINO 31 LUGLIO >>

NUMERI DALL'EMERGENZA IN CALO. Intanto sono giorni assai decisivi questi per la ripartenza post-sisma nelle zone colpite. Cala sensibilmente il numero delle persone assistite dalla Protezione civile. Arrivate a quota 8 mila, quasi la metà rispetto ai primi giorni. La maggior parte, 7.969, sono assistite in Emilia-Romagna: 5.621 sono ospitati nei campi tenda, 291 nelle strutture al coperto e 2.057 in strutture alberghiere.

6 MILIARDI IN ARRIVO. Nel frattempo avanza la macchina per la ripresa. Un supporto importantissimo è in arrivo: approvato l'emendamento che comprende gli annunciati 6 miliardi per i cittadini e per le imprese da parte della Commissione parlamentare del Senato . Ad annunciarlo soddisfatto è stato il commissario delegato alla ricostruzione e presidente della Regione E-R, Vasco Errani. Plaude Claudio Broglia, sindaco di Crevalcore, paese del bolognese maggiormente ferito dal sisma: "Da oggi, cittadini, imprese e amministratori - ha detto - hanno la certezza di un' ampia disponibilità di risorse alla quale potranno accedere, a partire dal 2013, in modo rapido e senza troppi vincoli burocratici". Soddisfatto anche il segretario del Pd di Bologna, Raffaele Donini: "Un'eccezionale boccata d'ossigeno, un provvedimento quanto mai atteso e indispensabile reso possibile dall' eccellente lavoro del presidente della Regione Vasco Errani".

TUTTE LE INFO; i VIDEO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto oggi 30 luglio: ultime scosse e news
BolognaToday è in caricamento