Cronaca

Appennino tosco-emiliano: scossa magnitudo 3.4 alle 4.53 di stanotte

Un'altra scossa di terremoto ha fatto tremare la zona dell'Appennino tosco-emiliano: dopo gli episodi di 24/48 ore fa, la terra ha tremato ancora

Non sono stati segnalati danni, e non ci sono state richieste di intervento, in seguito alla scossa di terremoto di magnitudo 3.4 registrata dall'Ingv alle 4:53 sull' Appennino toscoemiliano, a 9,1 km di profondità. Lo ha reso noto la centrale operativa della Direzione regionale dei Vigili del fuoco a Bologna. I comuni più vicini all'epicentro sono stati Marradi e Palazzuolo sul Senio (Firenze); in un'area tra i 10 e i 20 km si trovano anche Castel del Rio (Bologna), Tredozio (Forlì-Cesena), Casola Valsenio (Ravenna), Borgo San Lorenzo, Dicomano, Londa, San Godenzo e Vicchio, nel Fiorentino.

Nelle ultime 24 ore ci sono stati diversi episodi sismici, altre due scosse infatti (dopo quella di ieri notte di 3.1) si sono registrate nel pomeriggio di ieri sull'appennino Bolognese, a cavallo della provincia di Firenze. Una scossa di magnitudo 2 è stata registrata dalla rete dell'Ingv alle 17:44 con profondità 10.4 km. In precedenza, alle 15:57, era stato registrato un sisma 2.5 con profondità 8.3 km. In entrambi i casi la zona è compresa tra i comuni di Firenzuola, Palazzuolo sul Senio e Scarperia, in provincia di Firenze, e quelli del Bolognese di Castel del Rio, Fontanelice, Loiano, Monghidoro, Monterenzio, Monzuno, San Benedetto Val di Sambro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appennino tosco-emiliano: scossa magnitudo 3.4 alle 4.53 di stanotte

BolognaToday è in caricamento