Terzo Millennio: Introna e Panzacchi premiati a Roma

Premio Letterario Nazionale "Terzo Millennio", indetto dalla CAPIT e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il Primo Premio per la narrativa edita è stato attribuito al romanzo noir distopico "L'alienato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Sabato 25 ottobre 2014, alle ore 16, si è svolta a Roma, presso il teatro dei Dioscuri, la cerimonia di premiazione della XIV edizione del prestigioso Premio Letterario Nazionale "Terzo Millennio", indetto dalla CAPIT e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il Primo Premio per la narrativa edita è stato attribuito al romanzo noir distopico "L'alienato", scritto dalla Bolognese Francesca Panzacchi in coppia con Vito Introna ed edito da Milena Edizioni nel 2014.

Oltre a un folto pubblico, erano presenti le Autorità e la Giuria, presieduta da Riccardo Nardovino e composta da Paolo Briganti, Nicla Morletti, Aldo Onorati, Giulio Panzani, Franca D'Urbano, Anna Guglielmi.

Protagonista del romanzo vincitore è Mattia Tornesi, un crudele assassino di donne. Alto, brutto, visibilmente disturbato, quest'uomo ha ereditato dal padre un colossale impero industriale, che spazia dall'energia elettrica alle comunicazioni. In collaborazione con altri loschi personaggi, Mattia riesce a estendere la sua influenza economica nell'intera Europa meridionale. Solo lui può controllare gli impianti elettrici e telematici, pertanto i suoi crimini sono tollerati dalle forze dell'ordine, per evitare che lasci la nazione priva di fonti energetiche e connettività. Vincenzo Altieri, rude e caparbio ispettore di polizia, non ci sta. A costo di lasciare l'Italia al buio, al freddo e senza linee telefoniche, decide di ricercare le ragioni di quella follia omicida, cominciando proprio dalla casa di Mattia. Verranno alla luce segreti inquietanti e indicibili perversioni sessuali. Le indagini di Altieri non si fermeranno nemmeno davanti alla sparizione delle persone a lui più care, in un inquietante crescendo di tensione.

Vito Introna e Francesca Panzacchi uniscono indissolubilmente le loro penne nel 2013, in un sodalizio letterario dal quale scaturiscono il romanzo distopico "L'alienato" (Milena Edizioni, 2014) fresco vincitore del premio III Millennio 2014 e alcuni racconti. Al loro attivo gli e-book erotici "Tre è meglio di due" e "Il dolce di Natale" (ErosCultura, 2013); il racconto "Astrattismo mortale", selezionato per Giallo d'arte 2013 e pubblicato nell'omonima antologia; il racconto "Nevicava" ospitato nell'antologia "365 racconti di Natale", Delos Books (2013); la raccolta di fiabe "D'amore e altre magie" alla quale è stata attribuita una menzione d'onore al Premio Letterario "Narrando per passione", edizione 2014; il racconto "La scelta" per l'antologia "Undici Natali" (Milena, 2014). Da autori singoli hanno entrambi all'attivo numerosi romanzi e racconti, molti dei quali premiati in vari concorsi.

Torna su
BolognaToday è in caricamento