Vaccino influenza e test rapidi al via. Donini: "19 ottobre data storica, noi i primi"

Tre le date da ricordare per questo mese di ottobre, dedicato alla prevenzione: "Grandi azioni di contrasto non solo al covid, la cui recrudescenza si sta manifestando, ma anche per sprigionare le migliori energie e preservare la salute degli emiliano-romagnoli"

Ottobre mese della salute, con "grandi azioni di contrasto non solo al covid, la cui recrudescenza si sta manifestando in questi giorni, ma anche per sprigionare le migliori energie e preservare la salute degli emiliano-romagnoli". L'assessore regionale alla sanità, Raffaele Donini, oggi, 6 ottobre, in videoconferenza, con le associazioni dei farmacisti e il presidente Stefano Bonaccini, ha elencato le date-chiave del mese in corso.

12 ottobre: vaccino antinfluenzale 

"Una campagna che in Emilia-Romagna è stata anticipata di quasi un mese rispetto agli anni scorsi e che si protrarrà fino alla fine di gennaio 2021. L'anno scorso qui si sono vaccinati 850mila persone, molte categorie a rischio, professionale e a causa di patologie, e anziani - spiega l'assessore - abbiamo incrementato le dosi vaccinali del 30%, quindi un milione e 200mila, estendibili a un milione e 400mila, ossia quasi un terzo della popolazione, si tratta di un dato dato storico". 

Il vaccino anti-influenza è raccomandato agli over 60, alle donne in gravidanza e post-parto, agli adulti e bambini con patologie croniche, ai medici e al persona sanitario, a forze del'ordine e volontari, donatori di sangue e personale degli allevamenti e della macellazione. "Queste categorie hanno diritto alla vaccinazione gratuita, pensiamo però che sia un bene che anche i cosiddetti sani si vaccinino - avverte Donini - per questo abbiamo ceduto al libero mercato il 3% delle dosi, in modo da dotarne le farmacie". Perchè non rimangano inutilizzati: "A fine novembre rifaremo il punto e, qualora ve ne fosse ancora disponibilità, sarà ceduta ancora al libero mercato. Per questo, abbiamo chiesto alla conferenza delle regioni di istituire una sorta di cabina di regia, non vogliamo che rimangano dosi a livello nazionale e locale".  

Test pungidito, gratis in farmacia: come funziona | VIDEO 

19 ottobre, test sierologico rapido gratuito per la popolazione scolastica

Una "data storica" quella del 19 ottobre - come la definisce Donini, che aggiunge - "per la prima volta in Italia" dal 19 ottobre al 30 giugno 2021 - in accordo con le associazioni delle farmacie, Federfarma, Assofarma e Farmacie Unite- si penserà alla popolazione scolastica: "Studenti da 0 a 18 anni e genitori, con un'autocertificazione (escluso i minori che dovranno avere l'autorizzazione), potranno recarsi in farmacia per effettuare il test sierologico rapido gratuito." Lo stesso vale per gli studenti universitari residenti o con domicilio sanitario in Emia-Romagna.

"Il nostro target e arrivare a 2 milioni, l'obiettivo è il 20%, quindi 400mila persone, pari al 10% della popolazione regionale. Da diverse settimane siamo tra le prime regioni per test e non più tra le prime per contagi". 

Vaccino anti-influenzale, farmacie: "Richieste in aumento, già lunghe liste di prenotazioni" 

26 ottobre, test naso-faringei rapidi in farmacia

A disposizione 2 milioni di test naso-faringei che in pochi minuti rivelano la positività all'antigene con l'obiettivo di "potenziare ulteriormente la capacità di screening per il mondo della scuola e del lavoro". 

"Una delle arme principali per sconfiggere pandemia è il test - ha detto Achille Gallina Toschi di Federfarma - abbiamo apprezzato la scelta delle farmacie come presidio, il primo sul territorio - allo scoppio della pandemia - da subito ci siamo attivati, anche in assenza dei protocolli di sicurezza, mantenendo aperte le farmacie, apprezzando l'uso della ricetta dematerializzata, distribuito gratuitamente i sacchetti di terapia ospedaliera, attivando il fascicolo sanitario elettronico anche quando i Cup erano chiusi. Si tratta della prima attività in Italia per un esame fatto in farmacia e convenzionato".

Sul tema dei vaccini Gallina Toschi ritiene che occorra "raddoppiare le dosi per il libero mercato - al 3%, rispetto all'1,5% del livello nazionale - la richiesta è tanta, ma credo si possa garantire a tutti la vaccinazione, sempre su appuntamento per evitare assembramenti, l'elenco delle farmacie aderenti sarà pubblicato sul sito della Regione".
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • Crollo via del Borgo, Francesco muore a 22 anni. Il Comune: "Un dolore per tutta la città"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento