rotate-mobile
Cronaca

'The fall of the Marciano family', il gangster-movie bolognese arriva sulla Croisette

Ce l'hanno fatta i "ragazzi" di Arancine productions, giovane produzione indipendente attiva sotto le due Torri: sono stati scelti per lo short film corner del Festival di Cannes in programma a maggio

Ce l'hanno fatta e sono felicissimi i "ragazzi" di Arancine productions e DCM TeK Multimedia Solutions, giovani produzioni indipendenti attive sotto le due Torri, sono stati scelti per lo short film corner del Festival di Cannes in programma dal 14 al 25 maggio.

Ci andranno con "The fall of the Marciano family", il gangster movie emiliano-bolognese per la regia di Dennis Ferrara e la fotografia di Giovanni Vitale: "E' un'action movie, ma anche un po' thriller - aveva detto il regista intervistato da Bologna Today - ambientato negli anni '30, durante il proibizionismo, protagonista una famiglia italo-americana emigrata che traffica alcool e tabacchi - spiega Ferrara - e poi la faida..." (GUARDA IL VIDEO). Le attrezzature sono state messe a punto da Arancine, che è anche una relatà nell'autocostruzione di strumenti cinematografici.

'The fall of the Marciano family", il gangster movie bolognese

"Siamo molto soddisfatti perchè il lavoro duro svolto inizia subito a dare qualche frutto… - ci dice il regista 28enne - abbiamo impiegato molto tempo e risorse ma ne è valsa la pena, adesso intanto ci godiamo il festival di Cannes, in attesa di iniziare nuovi progetti. Siamo sempre attivi e pronti a nuove esperienze!"

Ferrara vuole espressamente ringraziare gli attori principali "Francesco Orlotti, il Boss, Jack Gallo il nipote e poi Christian Sabato, Cristian Franzoso e Jessica Zambonelli" e anche i ragazzi "di Uroboro Lab Bologna, Paolo Filardi e Marco Capaldo per le musiche originali da loro create appositamente".

LOCATION. Dalla Scuderia Orsi Mangelli di Anzola a Villa Lazzari di Crespellano e si scorrazza su una mitica auto d’epoca, la Fiat Torpedo 503, per gentile concessione di Righini Auto sempre di Anzola (IL VIDEO DEL BACK STAGE).

IL CINEMA SOTTO LE TORRI. Bologna Today aveva intervistato il regista Dennis Ferrara proprio sulla volontà di riportare il cinema in città: "Non attraversa certo un buon momento, un po' per via della crisi economica e dei vari tagli. Inoltre non é semplice trovare dei finanziamenti per i film visto che la classe imprenditoriale bolognese pare sorda al richiamo delle sirene del Cinema. Insomma mancano non solo i soldi, ma anche progettualità - continua Ferrara - la voglia di scommettere, e solo nuove seppur piccole realtà produttive indipendenti, come Arancine Productions a cui appartengo, cercano seppur con fondi limitati di portare avanti un discorso cinematografico di qualità“.

Un tema sentito anche come politico. A novembre una conferenza stampa e l'intervento in consiglio comunale di Massimo Bugani, 5 Stelle: "Non è solo un problema di risorse, ma di riuscire ad incanalarle verso una gestione e una sburocratizzazione di quelle che sono le necessità che hanno i cast per girare i film".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'The fall of the Marciano family', il gangster-movie bolognese arriva sulla Croisette

BolognaToday è in caricamento