Cronaca Centro Storico / Piazza Maggiore

In Comune si vietano i "grassetti", ma negli angoli cumuli di toner lasciati marcire

La spending review impone misure anti-spreco che fanno bene anche all'ambiente. Buffo che dopo il divieto di utilizzare font troppo corposi, spuntino i soliti paradossi

La razionalizzazione delle risorse a Palazzo d'Accursio avviene anche attraverso alcune accortezze che riguardano le stampanti e le fotocopiatrici: di questi giorni infatti la segnalazione del divieto sulle scrivanie degli uffici comunali di utilizzare i "grassetti" e i font che consumano maggiore quantità di inchiostro.

Neanche il tempo di commentare l'accortezza, che potrebbe fare scuola anche in altre città, e arrivano le prove di alcuni paradossi che ce la dicono lunga sugli sprechi in atto da anni: "In Sala Parentelli sono accatastati toner nuovi da anni... ma ormai sono diventati vecchi e quindi inutilizzabili! Da una parte giustamente si cerca di risparmiare inchiostro usando font particolari e dall'altra si lasciano marcire i toner". E' la consigliera ex M5S  Federica Salsi a inviarci l'immagine di scatole di toner accatastate, inutilizzate e inutilizzabili da anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Comune si vietano i "grassetti", ma negli angoli cumuli di toner lasciati marcire

BolognaToday è in caricamento