Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Zona Universitaria / Via Zamboni, 36

Tornelli, il Cua esulta: '36 riapre? La lotta paga'

Il collettivo, coinvolto assieme ad altri nelle vicende della biblioteca di Scienze umanistiche di via Zamboni 36, celebra le dichiarazioni del Rettore sulla possibile riapertura entro l'estate della cosiddetta 'biblioteca dei tornelli'

La biblioteca di scienze umanistiche riaprira "entro l'estate" ma senza tornelli, o meglio, senza porte a bussola, ma sarà previsto comunque un non meglio specificato "sistema di riconoscimento". Lo ha detto ieri il rettore dell'ateneo Francesco Ubertini a margine di una confernza stampa, e questo è bastato per fare cantare vittoria al Cua - Collettivo Universitario Autonomo.

"Queste dichiarazioni del rettore -si legge in una nota rilasciata dagli studenti- sono la prova che la rigidità degli studenti ha pagato. Ha pagato resistere in strada, organizzarsi collettivamente per non desistere un attimo dal prendersi cura di uno spazio pubblico e comune alla vita di tante persone".

Il gruppo che si sta ancora mobilitando per la riapertura della biblioteca, "Quelli del 36", sta ancora attualmente occupando un'aula in via Zamboni 22, di cui ha riaperto i locali nel marzo scorso. 

Per la lunga vicenda dei 'tornelli' attualmente tre attivisti hanno ricevuto un divieto di dimora, mentre oggi il Senato accademico si presterà a votare le sospensioni dagli esami in sanzione ad alcuni episodi che hanno visto come protagonisti gli studenti dei collettivi durante le proteste contro il cosiddetto 'Caro-mensa'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornelli, il Cua esulta: '36 riapre? La lotta paga'

BolognaToday è in caricamento