menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoratori Tper, settimana prossima ancora sciopero

Il sindacato: "Tper, noncurante delle ripercussioni sul servizio e della determinazione dei suoi dipendenti, continua ad essere sorda alle richieste di incontro inviate dalla nostra organizzazione sindacale"

L’indifferenza di TPER, nonostante l’adesione al 100% agli scioperi che, da più di una settimana vedono accertatori e dipendenti dell’ufficio contrassegni fermarsi per un’ora durante il proprio turno, non ferma la mobilitazione dei lavoratori  che, la prossima settimana, continueranno a scioperare nella convinzione che sia necessario reagire con forza all’arroganza dei suoi dirigenti.

"Tper, noncurante delle ripercussioni sul servizio e della determinazione dei suoi dipendenti, continua ad essere sorda alle richieste di incontro inviate dalla nostra organizzazione sindacale, mostrando chiaramente di non capire che, solo affrontando la discussione con tutti i rappresentanti di lavoratori e disponendosi a discutere seriamente dei problemi del reparto, si potrebbe arrivare ad una sospensione dell’agitazione in corso" dice la nota del Sindacato Generale di Base. 

"Ci chiediamo se questi dirigenti meritino veramente i lauti stipendi e i premi ottenuti grazie al lavoro e ai continui sacrifici richiesti ai propri dipendenti che, pur con evidenti carenze di organico, hanno continuato a mantener immutati i livelli di produttività" proseguono i sindacati. 

"Abbiamo chiesto al Comune di farsi carico del problema convocando un tavolo di trattativa a cui siano presenti tutte le parti coinvolte,  perché riteniamo inaccettabile che  un’azienda che fornisce un servizio pubblico scarichi sui cittadini la sua incapacità manageriale ad affrontare un problema di gestione del reparto; e perché pensiamo che si debba valutare la reale utilità del controllo, attraverso palmare, di tutte le macchine sul territorio, che, a nostro avviso, sottrae tempo ai più delicati ed utili compiti degli operatori, anche in vista del nuovo contrato di servizio. Se nessuna risposta verrà dall’azienda e dall’amministrazione comunale la protesta proseguirà e si valuteranno ulteriori, più incisive, azioni di lotta".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento