menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Traffico: test sui viali e in tangenziale all'ora di punta

Dalle 17.30 alle 19 in giro per Bologna a bordo di un taxi: punti critici e imbottigliamenti, tempi di percorrenza e problematiche per chi lavora alla guida

Partenza da Porta Castiglione in direzione fiera alle 17.30 di pomeriggio: 28 minuti e 15,50 euro spesi. Non è una cifra altissima, se non fosse che il tassametro si sarebbe fermato a 10/11 euro: l'extra infatti è stato determinato da alcune code e diversi minuti fermi su Ponte Stalingrado e via Stalingrado (GUARDA IL VIDEO).

"Stasera non c'è neanche molto traffico - ci ha detto il tassista, con il quale abbiamo parlato proprio delle lamentele che soprattutto chi lavora sulle strade critica duramente - di solito è molto peggio, non parliamone quando c'è una fiera...I clienti se la prendono con noi quando i tempi di attesa si allungano, ma non siamo responsabili di questo: per andare e tornare dalla fiera alla stazione e viceversa ci mettiamo tanto a causa di alcuni imbuti che non riusciamo a dribblare e a volte preferiamo non fare neppure la spoletta visto che è uno spreco di carburante e tempo". 

ZONA STAZIONE: TUTTI IN DOPPIA FILA. Il primo nodo rallentante della corsa è stato quello della stazione centrale, dove le auto in doppia fila sono talmente tante da costringere una corsia intera a spostarsi con tempi immaginabili. Gli attraversamenti indisciplinati fanno il resto: i pedoni 'prolungano' il verde o lo anticipano, spesso facendo slalom fra le auto che vorrebbero poter ripartire. 

PONTE STALINGRADO E VIA STALINGRADO. Altra fase critica, anzi molto critica, via Stalingrado a partire da Porta Mascarella: "Questo è un punto infernale, soprattutto nell'ora di punta - conferma il tassista al quale chiediamo se è sempre così - e si sta fermi per diversi minuti, lo si sa già in partenza".

CI SI METTONO ANCHE I PASSAGGI A LIVELLO. Il giro in taxi prosegue con una seconda corsa: da Piazza Mikiewicz verso via Massarenti. Qui il nodo sta nella Rotonda Sante Vincenzi - Via Rimesse: "Mettiamoci il cuore in pace, qui vedremo almeno tre rossi al semaforo, c'è un bell'imbottigliamento. Forse questa pista ciclabile potevano farla più stretta in modo da lasciare le due corsie". Ecco uno dei cambiamenti e strettoie che secondo il parere di molti avrebbero aggravato la situazione: "Hanno ampliato i marciapiedi e fatto ciclabili in diversi punti critici per il traffico. Alcune isole (Donato Creti e Carracci per esempio) rendolo pericolose alcune strade: con la nebbia e la pioggia gli automobilisti non le vedono e ci vanno a sbattere. E nel 2017 ecco il passaggio a livello: adesso passa anche il treno. Tanto difficile fare un passaggio interrato?". 

TANGENZIALE: FERMI GIA' ALL'INGRESSO. Punto dolente, la tangenziale. Entriamo alla 11 bis e già lo svincolo è una coda di auto ferme. Bastano pochi metri e chiediamo di uscire per non perdere troppo tempo: è quello che hanno pensato in molti e alla prima uscita ecco un nuovo imbottigliamento. "Tanti clienti che per il traffico arrivano a perdere l'aereo accusano noi, ma noi non c'entriamo nulla. Ci piacerebbe che le corse fossero tutte fluide e che il tassametro restasse alle tariffe medie, tutti sarebbero più contenti. Speriamo che le prossime decisioni dell'assessore tengano conto anche di questo". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento