Multe a targhe straniere, ogni anno elevati 95mila verbali

Il Comune affida la riscossione alla società Incenter fino a marzo 2022, con una spesa stimata intorno ai 3,2 milioni di Euro. La difficoltà di incassare le sanzioni dalle auto in leasing e dell'Est europa

Ogni anno la Polizia municipale di Bologna eleva circa 95mila infrazioni a carico di veicoli con targa estera. È il dato contenuto nella delibera approvata oggi dal Consiglio comunale, tramite la quale il Comune aderisce ad una convenzione regionale stipulata da Intercenter per affidare ad una società specializzata la gestione di queste pratiche, viste le difficoltà che si incontrano per notificare le multe e incassare le relative sanzioni. La convenzione prevede che le amministrazioni diano origine a contratti di servizio validi dal mese in corso al 31 marzo 2022.

"Il Corpo di Polizia municipale eleva circa 95mila infrazioni l'anno a targhe estere e, al momento- recita la delibera- non esistendo una banca dati dove reperire le proprietà dei veicoli stranieri, le violazioni non vengono notificate".

Di conseguenza, la Municipale intende aderire alla convenzione e nella delibera si spiega che la spesa per l'acquisizione del servizio è stata stimata in 3,2 milioni di euro per il periodo citato. In realtà questa "è una previsione di spesa che difficilmente si riuscirà a raggiungere", afferma in aula l'assessore alla Polizia municipale, Alberto Aitini, spiegando che alla società affidataria "rimane il 10% delle multe che riusciamo ad incassare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'adesione alla convenzione, comunque, "va nella direzione di far sì che le multe alle targhe straniere si riescano a notificare e soprattutto che si riescano ad incassare le sanzioni", continua Aitini. E "in questi anni il servizio ha funzionato bene, nel senso che le entrate sono state ampiamente superiori alle uscite. Ma è chiaro- conclude l'assessore- che rimane la difficoltà di riuscire a notificare, soprattutto in alcuni Paesi, in particolare quelli dell'est Europa". (PAM/DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Maxi rissa in Piazza Verdi, volano pugni e bottiglie: "Un inferno mai visto prima"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, calo contagi e casi attivi: guarito oltre il 73% dei contagiati

Torna su
BolognaToday è in caricamento