menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tram, fissato il consiglio di quartiere: "Data assurda, durante le feste di Pasqua"

"Boicotteremo la seduta- dice Fazio del comitato per il no - scelta infausta del giorno, che e' in mezzo alle festività pasquali, sia dell'ora, perche' alle 18.30 si lavora ancora. Senza contare che è in una zona a traffico limitato"

Dopo l'assemblea pubblica di mercoledì scorso, arriva anche la seduta di Consiglio di quartiere aperto alla cittadinanza dedicata al progetto tram a Bologna. Una riunione congiunta tra tutti i Quartieri coinvolti: Borgo Panigale-Reno; Navile; Porto-Saragozza; San Donato-San Vitale. Il consiglio è stato convocato per il prossimo 23 aprile, alle 18.30 nell'auditorium del Laboratorio delle arti, in piazzetta Pasolini, zona Azzo Gardino.

La scelta del luogo e della data fa pero' infuriare il comitato 'Attacchiamoci al tram', che annuncia di voler disertare l'incontro. "Boicotteremo la seduta- afferma Vincenzo Fazio del comitato, parlando alla 'Dire'- e' una scelta infausta sia quella del giorno, che e' in mezzo alle festivita' pasquali, sia dell'orario, perche' alle 18.30 chi ha delle attivita' non puo' partecipare". Senza contare che via Azzo Gardino "e' in una zona a traffico limitato".

Per questo, manda a dire Fazio, "invitiamo tutte le persone del comitato a non partecipare, a meno che il Quartiere non cambi luogo, giorno e ora del consiglio". In sostanza, spiegano dal comitato, i cittadini si sono sentiti presi in giro da questa convocazione e puntano il dito contro il presidente del Borgo Panigale-Reno, Vincenzo Naldi. "Visto che per loro era pericoloso farlo solo per il Quartiere- scrive il comitato sulla propria pagina Facebook- si sono inventati di mettercene dentro altri quattro e di convocarlo per il 23 aprile, quando a Bologna in molti saranno via per il ponte di Pasqua. Per non parlare dell'orario e della scelta del posto. Queste sono le mosse che ci fanno capire che sono allo sbando: di sicuro non fanno gli interessi dei cittadini e hanno paura di confrontarsi".

Il comitato contro il tram rincara la dose. "Visto che stavolta non possono mandare in giro i vigili a fare volantinaggio- afferma- scelgono una data assurda, un orario ancora piu' assurdo e un posto difficile da raggiungere raggruppando Navile, San Donato, Bolognina, Costa Saragozza e Borgo Reno". Secondo il comitato, "dopo la 'televendita' andata in onda all'Opificio Golinelli, dove si sono accorti che la stragrande maggioranza dei bolognesi non vuole il tram, corrono ai ripari facendo questo. Giudicate voi se questa e' un'amministrazione che cerca il dialogo e che ha a cuore Bologna e i bolognesi. Per questo vogliamo fermarli". Tra l'altro, aggiunge Fazio, "abbiamo l'appoggio anche di alcune forze politiche come Forza Italia, Lega e Insieme Bologna. Anche loro non invieranno i consiglieri comunali e di Quartiere al consiglio aperto". (Dire)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento