Tram Bologna, ipotesi tunnel sotto ponte Tangenziale in Corticella

L'opera riguarderebbe la linea verde, che porta a Due Madonne. La questione interseca il dossier Passante, che a giorni dovrebbe indire la conferenza dei servizi

La seconda linea del tram di Bologna, cioé la verde tra i capolinea Corticella Sfm e Due Madonne-via Larga, avrà anche un tratto interrato. O almeno questa è l'idea del Comune, che ha inserito questo tema tra le richieste da presentare in Conferenza dei servizi per migliorare l'attuale progetto di Passante evoluto.

In zona Corticella, infatti, le due opere si incrociano: la linea verde del tram dovrà superare l'asse tangenziale-autostrada. E' lì che si prevede l'interramento del tracciato tranviario. A parlarne è il direttore del settore Piani e progetti urbanistici di Palazzo D'Accursio, Francesco Evangelisti, durante una commissione dedicata al progetto Passante.

"Proponiamo la realizzazione di una struttura scatolare interrata che contenga il tram- spiega Evangelisti- che scende all'altezza di Croce coperta, gira sotterraneamente sotto la tangenziale e riesce in corrispondenza delle Caserme rosse". In questo modo "non si va a interferire con le rotatorie di uscita e di accesso alla tangenziale", aggiunge il dirigente comunale. Della seconda linea del tram ha parlato ieri anche il direttore del settore Mobilità, Cleto Carlini, nel corso di un webinar: "Stiamo progettando la direttrice Corticella", ha spiegato Carlini, aggiungendo che "contiamo di presentare il Progetto di fattibilità tecnica ed economica al ministero entro ottobre".

Lo stesso Carlini ha anche indicato il mese di gennaio 2022 per l'avvio dei cantieri della prima linea, cioè la rossa tra Borgo Panigale e il Caab. Anche questo percorso interferisce con l'asse tangenziale-autostrada e quindi con i futuri cantieri del Passante. E anche in questo caso il tram è alla base di alcune proposte di modifica che il Comune avanza rispetto al progetto del Passante che arriverà in Conferenza dei servizi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare, per la "compatibilizzazione" delle due opere, l'amministrazione chiede un nuovo assetto degli svincoli Europa e San Donato per l'inserimento della tranvia: si tratta di "ridurre i punti di conflitto tra tram e auto", afferma Evangelisti, chiudendo le rampe degli svincoli per spostarle all'uscita Michelino con realizzazione di una bretella di connessione. Un'altra richiesta riguarda invece la necessità di "demolire e rifare" il cavalcavia di San Donato, continua Evangelisti, per consentire un "corretto inserimento" del tram e adeguare il passaggio della pista ciclabile. (Pam/ Dire)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento