Cronaca

Trasporti e scuola: per settembre la Regione aggiunge 400 bus

Ripristinate anche le figure degli steward alle fermate, per monitorare eventuali assembramenti. Sembra sfumare l'ipotesi ingresso scaglionato

Con la ripresa della scuola anche i trasporti cercano di prepararsi per evitare assembramenti anche quest'anno. La Regione Emilia-Romagna ha fatto sapere, tramite l'assessore regionale ai trasporti Andrea Corsini, che saranno 404 i bus aggiuntivi che verranno in qualche modo messi a disposizione delle aziende dei trasporti locali almeno fino alla fine del 2021. A questi si aggiungono altri 23 autobus di rinforzo su alcune linee ferroviarie regionali in caso di superamento dei limiti di capienza sui treni.

Questi numeri, precisa Corsini, sono parametrati sull'80% della capienza sui mezzi e sulla ripresa delle lezioni al 100% in presenza. "Se le cose dovessero cambiare in corso d'anno, sulla base dell'andamento epidemiologico, questo piano potrebbe cambiare- precisa l'assessore, oggi in commissione- ma con queste percentuali si stanno chiudendo i piani senza particolari problemi legati agli orari scolastici. Non ci sarà la necessità di scaglionare gli ingressi, anzi i 404 mezzi sono forse sovrastimati all'effettivo bisogno, ma preferiamo avere un margine di sicurezza".

Scuola, il ministro Bianchi: "Lavoro titanico, oltre il 92% del personale vaccinato. Il 13 settembre tutti i prof in classe"

Questi numeri, dunque, "ci consentiranno di ripartire senza tensioni e problemi- assicura Corsini- mi sento di dire che per il 13 settembre siamo abbastanza tranquilli rispetto alla ripartenza delle scuole". Lo scorso 3 settembre la dotazione di mezzi aggiuntivi è stata comunicata al ministero dei Trasporti, a cui entro venerdì la Regione invierà anche i singoli piani provinciali su cui i tavoli prefettizi stanno concludendo i lavori in questi giorni. Al momento, ci tiene ad aggiungere l'assessore, "non abbiamo problemi a finanziare i mezzi aggiuntivi, perchè le risorse del Governo sono sufficienti a coprire i costi fino a fine anno. Se l'emergenza dovesse protrarsi, ci sarà bisogno di un nuovo decreto e altre risorse per coprire i costi".

Il piano della Regione: steward alle fermate e contapersone a bordo

Il piano dell'Emilia-Romagna per gli ultimi mesi del 2021 non presenta grosse novità rispetto al precedente. Ai controllori -oltre alla verifica dei biglietti- non verrà chiesto un lavoro di controllo sanzionatorio per chi non dovesse portare la mascherina, ma solo persuasivo.  Ripristinate anche le figure degli steward alle fermate, per monitorare eventuali assembramenti. Sugli autobus saranno presenti anche i conta-persone e sarà in funzione l'app 'Roger' per verificare in tempo reale la capienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti e scuola: per settembre la Regione aggiunge 400 bus

BolognaToday è in caricamento