Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Migranti, proposta di tariffe ridotte per i trasporti: 'Evitare multe a chi è in difficoltà'

Così Silvia Noè, che in un'interrogazione incalza la Giunta chiedendo "per quali motivi sul tema dei pagamenti dei mezzi pubblici non si è pervenuti ad un accordo specifico"

Nuova ondata di profughi in arrivo nel bolognese. E torna alla ribalta la proposta di scontistiche da applicare ai migranti in difficoltà che usufruiscono del trasporto pubblico.

L'idea non è nuova. Quando nel febbraio 2013 terminò la fase di accoglienza straordinaria per i cittadini del Nord Africa arrivati in Italia a seguito della cosiddetta “Primavera araba”, la Giunta regionale non riuscì a stipulare con le Aziende di trasporto pubblico locale "un accordo operativo a valenza provinciale per applicare tariffe ridotte e titoli di viaggio specificatamente rivolti a questi migranti”. La conseguenza è che “oggi questa azione non attivata ha prodotto decine di multe che hanno colpito persone all’epoca senza nessun tipo di reddito ed oggi in forte difficoltà economica”. A segnalarlo è Silvia Noè (Udc), in una interrogazione alla Giunta.

L'esponente dell'Unione di Centro ha infatti chiesto “per quali motivi sul tema dei pagamenti dei mezzi pubblici non si è pervenuti ad un accordo specifico” e se l’esecutivo regionale “non ritenga necessario un intervento chiarificatore tale da superare una problematica che non può gravare in questo momento sui soli cittadini accolti o sui bilanci dei servizi di trasporto pubblico e che peraltro potrebbe ripresentarsi in occasioni di accoglienza simili come sta avvenendo in questi giorni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, proposta di tariffe ridotte per i trasporti: 'Evitare multe a chi è in difficoltà'

BolognaToday è in caricamento