Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Più treni nel weekend per collegare Emilia-Romagna e Marche

L'anno scorso furono oltre 6.000 i viaggiatori vacanzieri trasportati dai treni del mare. Le fermate emiliano-romagnole dei convogli sono: Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Rimini e Cattolica

Tornano i treni che collegano l'Emilia-Romagna alle spiagge marchigiane. Ieri alla stazione di Ancona l'assessore regionale ai Trasporti delle Marche, Angelo Sciapichetti, e il direttore regionale di Trenitalia, Fausto Del Rosso, hanno presentato i treni del mare di 'Marche line'. Due treni che dallo scorso fine settimana e fino al 30 settembre circoleranno ogni week end tra Piacenza e San Benedetto del Tronto.

Partiranno il venerdì pomeriggio per arrivare sulla costiera marchigiana con fermate intermedie in tutte le principali localita' balneari: Pesaro, Fano, Marotta, Senigallia, Falconara Marittima, Ancona, Porto Recanati, Civitanova, Porto Sant'Elpidio e Porto San Giorgio. La ripartenza invece e' prevista per la domenica.

"Teniamo a battesimo per il secondo anno consecutivo un servizio importantissimo che collega l'Emilia-Romagna con le Marche ed è in grado di consentire un notevole afflusso di turisti", spiega in una nota Sciapichetti. Tale servizio risulta essere molto importante soprattutto alla luce degli ingorghi che si stanno verificando sul tratto autostradale dell'A14, creando disagi a cittadini e turisti. Nel settore del trasporto su ferro la collaborazione con Trenitalia ha dato risultati incredibili perché negli ultimi anni siamo riusciti a fare quello che in quaranta anni non si è riusciti a fare".

L'anno scorso furono oltre 6.000 i viaggiatori vacanzieri trasportati dai treni del mare. Le fermate emiliano-romagnole dei convogli sono: Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Rimini e Cattolica. "Abbiamo messo al centro delle nostre attenzioni - dice Del Rosso - tutto ciò che può servire a questo territorio in termini di mobilità su ferro. Per questo abbiamo costruito un sistema rinnovando la flotta, migliorando e implementando il trasporto e garantendo comfort e sicurezza". Nell'estate del 2019, grazie a Marche Line e ConeroLink (43 bus che fanno la spola tra la stazione di Ancona centrale e la caratteristica piazzetta di Portonovo), Trenitalia stima che nella regione abbiano circolato circa 3.500 automobili in meno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più treni nel weekend per collegare Emilia-Romagna e Marche

BolognaToday è in caricamento