rotate-mobile
Cronaca

Trasporti, con il Recovery Fund la Ferrovia Porrettana raddoppia

Lo ha confermato in commissione l'assessore regionale ai Trasporti Andrea Corsini

Porrettana a doppio binario fino a Sasso Marconi. Come? Con il recovery Fund, il fondo stanziato dall'Europa per aiutare gli Stati membri ad affrontare il post Covid. Lo ha confermato in commissione l'assessore regionale ai Trasporti Andrea Corsini, rispondendo al leghista Michele Facci.

L'assessore ha ricrodato: "Attualmente sulla linea si viaggia con una puntualità reale intorno al 95%", ma anche i "problemi seriali come quelli registrati tra il 10 e il 15 ottobre scorsi, sia a causa di guasti al materiale rotabile che per problemi infrastrutturali, ma confermo una volta di più non solo la priorità che la tratta riveste per la Regione, ma di come ci aspettiamo un sensibile incremento prestazionale con la messa a regime dei nuovi treni rock".

Ferrovia Porrettana, pendolari esasperati: "95% di non puntualità, costretti a usare l'auto" 

Per Facci "fanno riflettere i guasti registrati ai treni pop, gli stessi che solo poco tempo fa erano stati definiti come il fiore all'occhiello della rete ferroviaria regionale. E' evidente, quindi, che qualcosa non ha funzionato". Comunque, aggiunge Facci, "bene l'impegno della Regione al raddoppio del binario ferroviario tra Sasso Marconi e Porretta, ora ci aspettiamo interventi concreti a cominciare da uno studio di fattibilita' e impegni di spesa  per risolvere una situazione storicamente inaccettabile". (dire)

Dopo alcuni mesi terribili per i pendolari della Porrettana, agli inizi di novembre si sono conclusi i lavori realizzati da Rfi per la sostituzione della massicciata e altri interventi sui binari, che avrebbero causato i numerosi ritardi e cancellazioni. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti, con il Recovery Fund la Ferrovia Porrettana raddoppia

BolognaToday è in caricamento