Cronaca

La linea Porretta-Pianoro funziona: passeggeri in aumento nelle prime due settimane

La nuova linea del servizio ferroviario metropolitano, attivata il 9 giugno, ha visto quasi 36mila viaggi in più rispetto allo scorso anno

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

La linea ferroviaria Porretta-Pianoro sembra funzionare. Così dicono i numeri diffusi da Città metropolitana di Bologna e Regione Emilia-Romagna: si tratta di quasi 36mila viaggi in più rispetto allo stesso periodo del 2023. Lo scorso anno, nelle due settimane successive al cambio orario (11-24 giugno), erano stati effettuati 117.147 viaggi mentre nello stesso periodo di quest’anno (9-22 giugno 2024) sono ben 153.084 cioè 35.937 in più. Numeri importanti anche per le stazioni urbane di Bologna su questa tratta: a Bologna S.Vitale 5.806 viaggi in più (+2.077 sul 2023), a Bologna Mazzini 3.945 (+1886), a Bologna S.Ruffillo 3.305 (+1.243). Così come sul versante di Pianoro: + 1.166 a Rastignano, +496 a Musiano-Pian Di Macina e + 17 a Pianoro.

Il servizio mostra una certa tenuta anche nelle stazioni della montagna, dove l’utenza è leggermente aumentata: a Porretta Terme +67, a Riola + 49 e a Vergato + 150. Il tasso di puntualità, scrive la Città metropolitana, è in linea con quello dello scorso anno (giugno 2023: 96,2%, giugno 2024: 96,3%), sebbene si siano verificati alcuni eventi straordinari come lo sciopero di 24 ore del personale ferroviario del 16 giugno, il rinvenimento di un cadavere al nodo di Bologna il 20 giugno e la segnalazione di alcune persone sulla ferrovia il 21 giugno.

“La prima linea passante con nuove corse, meno cambi di treno e risparmio di tempo si sta dimostrando un successo oltre ogni aspettativa - è il commento della consigliera metropolitana Simona Larghetti -. Se si offre un servizio alle persone queste scelgono il treno al posto dell’auto a vantaggio di tutta la collettività. Continuiamo il confronto con i pendolari per assestare tutte le criticità durante l’estate, che abbiamo scelto come periodo di adattamento insieme alla Regione, per arrivare a settembre con l’inizio delle scuole con il servizio a pieno regime, grazie anche alla riattivazione delle linee che subiscono lavori di manutenzione e adeguamento durante il mese di agosto”.

“Un servizio voluto dalla Regione con un investimento di 5,6 milioni in più all’anno per potenziare le frequenze che, a pieno regime, saranno di quattro treni all’ora - afferma l’assessore regionale a Infrastrutture e Trasporti, Andrea Corsini -. Siamo convinti che il trasporto pubblico locale possa diventare davvero competitivo e vantaggioso rispetto alla mobilità privata, con benefici per le cittadine e i cittadini e per la viabilità delle nostre città. Insieme al Comune e alla Città metropolitana di Bologna vogliamo contribuire a rafforzare un servizio che, ne siamo convinti, sarà sempre più apprezzato da chi si deve spostare ogni giorno per studio e lavoro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La linea Porretta-Pianoro funziona: passeggeri in aumento nelle prime due settimane
BolognaToday è in caricamento