rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Maxi truffa all'INPS: usavano nomi di defunti e intascavano pensioni

Arrestati per essersi finti eredi legittimi e aver incassato ratei pensionistici per centinaia di migliaia di euro. Sequestri per un valore di circa un milione di euro.

Si indagava da mesi e oggi la notizia dell'arresto. Utilizzavano i nomi di persone defunte da anni e si fingevano loro eredi legittimi: così intascavano fraudolentemente ratei pensionistici per centinaia di migliaia di euro. A scoprire la maxi truffa in danno dell’ INPS gli uomini della Squadra Mobile di Bologna coadiuvati da quelli della Guardia di Finanza della Compagnia di Imola.

SI INDAGA DA MESI, ORA FINALMENTE LE MANETTE E IL SEQUESTRO. Le indagini, avviate nell’ ottobre scorso, sono state coordinate  dalla locale Procura della Repubblica, che ha richiesto  l’emissione di un’ ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del capo dell’ organizzazione, un dipendente infedele addetto al pagamento delle pensioni; indagati altri quattro complici. Gli accertamenti patrimoniali della Guardia di Finanza hanno portato poi,  all’ individuazione e al sequestro di beni mobili e immobili per un valore di circa un milione di euro tra case, terreni, macchine, fondi d’ investimento e conti correnti bancari.    
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi truffa all'INPS: usavano nomi di defunti e intascavano pensioni

BolognaToday è in caricamento