Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Con la scusa della cena “di lavoro” truffava ristoratori: denunciata 51enne

7 i ristoratori raggirati dall'abile truffatrice, che agiva spacciandosi per una neopensionata desiderosa di organizzare una cena tra ex colleghi di lavoro. Ma l'ultimo "colpo" riuscito male, l'ha incastrata

Incastrata truffatrice modenese che aveva collezionato una serie di “colpi” ai danni di diversi ristoratori. L’ imbrogliona, una donna di 51 anni pregiudicata per reati analoghi, da tempo aveva preso l’abitudine di recarsi in trattorie e pizzerie della zona dell’Alto Reno dove si presentava come una neo-pensionata desiderosa di organizzare una cena tra ex colleghi di lavoro, chiedendo ai proprietari dei locali tutte le informazioni relative al menù e al piatto tipico del posto.

In realtà la truffatrice, dopo essersi accorta di aver convinto il ristoratore della sua intenzione di pianificare una festa, con la scusa di essersi dimenticata il denaro a casa e dicendo di dover fare il rifornimento di benzina al proprio automezzo, riusciva a farsi prestare dai 30,00 ai 50,00 euro, che non ha mai restituito non essendosi mai presentata ad alcuna cena.

NEL RAGGIRO 7 RISTORANTI - Così sono finiti nel raggiro dell’abile truffaldina almeno sette ristoratori. Uno di loro però è stato più furbo della donna perché, dopo averle prestato 50,00 euro è uscito fuori dal locale e si è annotato il numero di targa dell’auto della donna. Questo ha permesso ai Carabinieri di Castel di Casio di avviare le indagini e arrivare ad inchiodare la “neopensionata” riconosciuta poi dai proprietari dei ristoranti che avevano subito l’imbroglio.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la scusa della cena “di lavoro” truffava ristoratori: denunciata 51enne
BolognaToday è in caricamento