Bolognina: ai domiciliari, approfittava dei permessi per furti e raggiri agli anziani

La polizia arresta una 54enne, responsabile di diversi episodi. La donna si trovava già in carcere perché individuata a delinquere durante i permessi premio

In passato aveva approfittato dei permessi dagli arresti domiciliari per andare comunque a delinquere. E' la circostanza che emerge più agli occhi nell'arresto in carcere di una donna di 54 anni, M.C., cittadina italiana, accusata di furto aggravato ai danni di numerosi anziani, raggirati e derubati nelle loro abitazioni.

La donna è stata riconosciuta quale autrice di una serie episodi delittuosi, commessi mentre si trovava agli arresti domiciliari per reati analoghi, approfittando della possibilità di allontanarsi dalla propria abitazione per tre ore al giorno per provvedere alle esigenze personali e familiari.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa in relazione ad un furto effettuato nello scorso mese di luglio in zona Bolognina quando, approfittando della condizione di vulnerabilità della vittima, la donna si introduceva all’interno dell’abitazione di una signora anziana di circa 80 anni.

Nello specifico chiedeva alla signora di poter affidare a lei alcuni suoi gioielli in occasione di un trasloco che avrebbe dovuto sostenere a breve e le chiedeva, quindi, di mostrarle il luogo in cui usava conservare i suoi averi, riuscendo, così, ad asportare una considerevole somma di denaro contante.

L’autrice del fatto veniva individuata nel giro di 48 ore dal personale della Squadra Mobile della Questura di Bologna e veniva denunciata come l’autrice del furto. La stessa, messa di fronte agli inconfutabili elementi raccolti, consegnava agli operatori il particolare abbigliamento utilizzato durante la commissione del reato e confessava la propria responsabilità.

Al momento dell’esecuzione della sopra descritta misura la donna si trovava già in carcere in quanto, a comprova dell’indole “seriale” della ladra, appena tre giorni prima era stata incarcerata dal medesimo personale della Squadra Mobile in esecuzione di un provvedimento di aggravamento della misura cautelare alla stessa applicata in relazione ad un altro fatto analogo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini avevano, infatti, già accertato che nello scorso mese di settembre la donna aveva commesso un altro furto aggravato nei confronti di persone anziane a Bologna, sempre approfittando delle ore di permesso che le erano state concesse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento