Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Truffe: anziana rapinata, dopo qualche tempo alla sua porta pure finti poliziotti

L'88enne è così caduta nella rete di abili truffatori, spacciatisi per agenti al lavoro dopo il furto subito dalla donna. I raggiri nell'imolese proliferano: mietono vittime anche finti tecnici. I carabinieri: 'Non lasciatevi ingannare da casacche e cartellini...'

I Carabinieri di Imola e Casalfiumanese hanno avviato le indagini in seguito alla denuncia sporta venerdì pomeriggio da due anziane del luogo cadute nel raggiro di abili truffatori.

La prima, un’88enne ha raccontato ai Carabinieri di aver accolto in casa due soggetti, sui 25/30 anni, con accento meridionale che, dopo essersi spacciati per appartenenti alle forze dell’ordine e incaricati di condurre un’indagine per un furto che la vittima aveva veramente subito alcuni mesi fa, sono riusciti a sottrarle dei beni personali per un valore di 700 euro.

La seconda, una 72enne residente in zona Ponticelli, ha riferito ai militari della Stazione di Casalfiumanese di essere rimasta truffata da un uomo che,  spacciandosi per un tecnico dell’acqua, con l’aiuto di un complice è riuscito a sottrarre preziosi per un valore limitato ma non saputo quantificare.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bologna invitano i cittadini ad essere molto diffidenti nei confronti di chi, con la scusa di effettuare un controllo (acqua, luce, gas o altro ancora) o spacciandosi per appartenente alle Forze di Polizia, chiede di entrare in casa. "Eventuali casacche colorate o cartellini appesi al collo, - avvisano i militari - sono facilmente reperibili da chiunque nei negozi preposti alla vendita di tale vestiario, non garantiscono la qualifica di chi l’indossa. In tal caso è opportuno fare una segnalazione immediata al 112 o 113".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe: anziana rapinata, dopo qualche tempo alla sua porta pure finti poliziotti

BolognaToday è in caricamento