Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Porto / Via Marzabotto

Ubriaco dà in escandescenza al bar: picchia cane, spacca tavoli poi si avventa sulla polizia

E' accaduto ieri sera al bar caffè Boston di via Marzabotto, qui un 29enne in stato di ebbrezza ha dato vita ad una violenta 'scenata' scagliandosi su persone, animali e oggetti: lui è finito in manette, un agente in ospedale, il suo cagnolino affidato agli organi competenti

Violenta "scenata" ieri sera al bar caffè Boston di via Marzabotto, dove un 29enne di origini tunisine ha dato in escandescenza scagliandosi su persone, animali e oggetti: lui è finito in manette, un agente in ospedale, il suo cagnolino - malmenato pesantemente - è stato affidato agli organi competenti.

Erano da poco passate le 22.30 quando due volanti della polizia si sono recate sul posto, su segnalazione della barista, che riferiva di un ubriaco molesto che stava creando scompiglio nel suo locale. All'arrivo degli agenti l'uomo era sanguinante, riportava una vistosa ferita alla mano, procurata probabilmente dopo aver spaccato bicchieri e tavolini. All'esterno del locale, infatti, c'erano numerosi vetri rotti e tavoli riversi a terra. L'uomo - hanno raccontato alcuni testimoni agli agenti - dopo essersi presentato al bar, già in stato di ebbrezza, ha prima inveito contro il cagnolino che aveva al seguito, picchiandolo selvaggiamente, poi si è sfogato sugli oggetti che gli capitavano 'a tiro'. Quando l'animale, percosso ed intimorito è scappato, lo straniero si è allontanato dal locale, alla sua ricerca. Si è così diretto verso un vicino chioschetto  di gelati. Anche qui avrebbe dato in escandescenza.

Sopraggiunti gli agenti,  invece di quietarsi l'uomo ha iniziato ad inveire anche contro di loro, sferrando calci e pugni. Uno dei poliziotti - colpito - è poi dovuto ricorrere alle cure mediche (refertato, gli sono stati riconosciuti 5 giorni di prognosi per le contusioni rimediate durante l'aggressione). Gli inquirenti riferiscono che non è stato semplice placare il soggetto, recalcitrante, e trasportarlo in ospedale, dove è stato condotto per medicare la ferita alla mano. Con sè lo straniero non aveva documenti - solo dopo , una volta trovato il suo cane, attraverso il microcip del quale era dotato l'animale, si è riusciti a salire all'identità dell'arrestato, che ora dovrà rispondere di una lunga sequenza di reati: ovvero, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personale finalizzate alla resistenza, maltrattamenti su animali, rifiuto di fornire le proprie generalità. L'uomo inoltre è anche stato sanzionato per ubriachezza manifesta.
Quanto al cagnolino, è stato affidato a personale specializzato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco dà in escandescenza al bar: picchia cane, spacca tavoli poi si avventa sulla polizia

BolognaToday è in caricamento