Cronaca Zona Universitaria / Via dei Bibiena

Via Bibiena, alcolici negati perché ubriaco: partono calci, pugni e colpi di cutter

Rimasto ferito il barista. Non è andata meglio ai carabinieri, intervenuti sul posto: due militari sono finiti in ospedale, con 12 e 18 giorni di prognosi. In arresto l'aggressore

Si è visto rifiutare da bere dal gestore di un locale, così in preda ad uno scatto d'ira l'avrebbe aggredito, ferendolo con un taglierino. L'animo non si è quietato neppure alla vista dei carabinieri intervenuti sul posto: assaliti in due, con calci e pugni, sono finiti in ospedale. Lui - un 33enne di origini tunisine, senza fissa dimora - è stato infine arrestato.

Il fatto si è consumato nella serata di ieri, in un locale in via dei Bibiena. Intorno alle 22 è giunta una chiamata al 112 che segnalava una lite tra il 33enne, un barista ( 24enne italiano) e il gestore dell'esercizio ( un 32enne bengalese).
Stando alla ricostruzione dei fatti eseguita dai miliatri, il tunisino si sarebbe alterato nei confronti dei due commercianti perché si erano rifiutati di somministrargli bevande alcoliche, inquanto ubriaco. Questo avrebbe scatenato una reazione violenta nell’animo del cliente, che armato di un cutter ha ferito lievemente a un gluteo il 24enne, poi medicato dai sanitari del 118. Non è andata meglio ai due Carabinieri intervenuti, che dopo aver fermato il 33enne poco distante dal luogo dell'aggressione, sono stati a loro volta assaliti  con calci e pugni. Ricorsi alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore, due militari hanno ricevuto 12 e 18 giorni di prognosi.

Il 33enne, gravato da precedenti di polizia, è stato tradotto in carcere su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere di estorsione, lesioni personali aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, minaccia e rifiuto di fornire indicazioni sull’identità personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Bibiena, alcolici negati perché ubriaco: partono calci, pugni e colpi di cutter
BolognaToday è in caricamento