Cronaca

Ultrà del Bologna a Catania: sequestrati coltelli e manganelli. Avviato iter per il daspo

La polizia li ha fermati per un controllo e ne è emerso un "arsenale" di materiale pericoloso. I 20 ultrà rossoblu rischiano il daspo collettivo dai 5 agli 8 anni

Sequestro a Catania ai danni di una ventina di ultrà rossoblù in Sicilia per assistere alla partita: materiale pirotecnico, come fumogeni, razzi e anche coltelli a scatto, coltelli a serramanico, manganelli telescopici in metallo e un manico di ombrello modificato con all'interno un chiodo di sei centimetri. Questo il materiale sequestrato ieri dalla polizia prima della partita al Massimino.

UN CONTROLLO AL BUS E IL SEQUESTRO. Erano stati bloccati durante un controllo su un pullman diretto allo stadio: durante la perquisizione gli agenti hanno trovato "l'arsenale". I venti tifosi, alcuni dei quali già denunciati per analoghi reati, sono stati portati in Questura, identificati e indagati in stato di libertà per concorso in detenzione e porto abusivo di armi e strumenti atti ad offendere. La Questura di Catania ha inoltre avviato l'iter per sottoporre i venti ultrà a un daspo collettivo per un periodo che potrebbe andare dai 5 agli 8 anni per ciascuno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultrà del Bologna a Catania: sequestrati coltelli e manganelli. Avviato iter per il daspo

BolognaToday è in caricamento