Cronaca

I portici di Bologna sono patrimonio Unesco: "Giorni di super lavoro ma ci siamo riusciti"

Una "breaking news" arrivata direttamente dall'Organizzazione delle Nazioni Unite

Una cosiddetta "breaking news" arrivata direttamente dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO): "I Portici di Bologna sono stati appena iscritti nella lista UNESCO". 

La conferma arriva anche dalla sottosegretaria alla Cultura, Lucia Borgonzoni, che lo ha scritto in un twitt: "Siamo sul tetto del Mondo! I Portici di Bologna sono patrimonio dell’umanità! Con il riconoscimento di oggi, l’Italia ottiene il terzo sito in questa sessione Unesco! Sono doppiamente felice: sia per il riconoscimento ottenuto dopo il lavoro che seguo da anni, sia perché Bologna è la mia città. Ringrazio gli uffici del MiC, della diplomazia, dell’assessore Orioli". 

"Tre giorni di super lavoro - ha detto Borgonzoni a Bologna Today - ma ci siamo riusciti, sì è aperto uno spiraglio e abbiamo portato a casa i portici". 

Questo titolo rappresenta un grande onore e una grande responsabilità per Bologna, saremo all’altezza di questo riconoscimento - Virginio Merola

"Un’immensa soddisfazione e un grande riconoscimento che ci rende felici - ha scrittto in una nota il sindaco Virginio Merola - l’iscrizione dei portici di Bologna tra i siti patrimonio dell’umanità UNESCO è il raggiungimento di un obiettivo da tempo perseguito ed è il riconoscimento del grande lavoro di questi anni portato avanti dalla vicesindaca Valentina Orioli e da tutta la struttura che ha dedicato a questa causa passione, competenza e capacità di relazione. Un grande ringraziamento al Ministero della Cultura, al ministro Dario Franceschini e alla sottosegretaria Lucia Borgonzoni, al Ministero degli Esteri col consigliere Paolo Bartorelli e all’Ambasciatore d’Italia presso l’Unesco Massimo Riccardo.
Questo titolo rappresenta un grande onore e una grande responsabilità per Bologna, saremo all’altezza di questo riconoscimento".

Soddisfazione del ministro della cultura, Dario Franceschini: "Anche Bologna con i suoi meravigliosi portici da oggi è Patrimonio dell’Umanità UNESCO". "Ancora una bella giornata per il patrimonio nazionale. Con l’iscrizione dei Portici di Bologna nella lista del patrimonio mondiale, dopo Padova Urbs Picta e Montecatini, sono 3 i siti italiani riconosciuti dall’Unesco nel 2021", fa sapereil ministero. 

Per il presidente della Regione Stefano Bonaccini è "una notizia bellissima: i Portici di Bologna sono stati dichiarati Patrimonio dell'Umanità Unesco! Un straordinario riconoscimento per la città di Bologna e per l'Emilia-Romagna", mentre per la sua vice, Elly Schlein si tratta di uno "straordinario risultato per la città,per la comunità regionale e il Paese. Complimenti e grazie a tutte le persone che si sono mobilitate e alle istituzioni,in primis al Comune e al sindaco Merola!"

Un abbraccio particolare ai cittadini della Barca. Ci siete anche voi dentro, con il vostro Treno - Matteo Lepore

"E' ufficiale ragazzi che gioia. I portici di Bologna sono stati nominati patrimonio dell'umanità dell'Unesco" ha commentato l'assessore comunale alla cultura e candidato sindaco, Matteo Lepore "grandi Valentina Orioli e Federica Legnani che si sono battute per noi tutti!!! E bravo Virginio te lo meriti. Grazie del supporto al Ministero della Cultura e al Ministro Dario Franceschini. A tutte le realtà che ci hanno aiutato è supportato. E adesso si festeggia. Un abbraccio particolare ai cittadini della Barca. Ci siete anche voi dentro, con il vostro Treno". Ha scritto in una nota l'assessore alla cultura e candidato sindaco, Matteo Lepore. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"40 km di arte e storia. I portici di Bologna riconosciuti patrimonio UNESCO. Una realtà unica al mondo" ha twittato il deputato dem Andrea De Maria.

"Complimenti a Matteo Lepore, candidato sindaco di Bologna e a Valentina Orioli per questo meraviglioso riconoscimento. I portici sono in tutti i sensi un patrimonio dell’umanità" ha twittato l'eruoparlamentare dem, Elisabetta Gualmini. 

"Buon pomeriggio #Bologna! Anche oggi è giornata sentimentale ... - scrive la vicesindaca Valentina Orioli su Facebook - 'er ora condivido questa, con i giusti ringraziamenti. Poi, appena mi rilasso e smetto con la lacrima facile, scriverò qualcosa di minimamente sensato (spero). Alla salute, fantastica Bologna!"

"La notizia del riconoscimento dei portici di Bologna come patrimonio dell'umanità UNESCO mi riempie di gioia e di soddisfazione: è un traguardo che arriva al termine di un lungo percorso guidato con competenza e determinazione dal Comune di Bologna, a cui anche l'Alma Mater ha offerto con entusiasmo il suo contributo - ha dichiarato il rettore dell'Alma Mater, Francesco Ubertini - i portici bolognesi sono non solo un preziosissimo patrimonio artistico e architettonico, ma sono anche un simbolo secolare di accoglienza, di incontro e di inclusione: valori che da sempre hanno definito la storia e l'anima di questa città, e della sua Università".

"La notizia dell'iscrizione dei Portici della mia amata Bologna tra i siti patrimonio dell’Umanità mi riempie di gioia ed emozione. Il loro immenso valore architettonico, culturale e sociale, che da secoli accompagna la quotidianità di generazioni di cittadini, studenti, studiosi e visitatori, viene così riconosciuto e tutelato come un patrimonio caro e prezioso non solo per noi bolognesi ma per tutto il mondo." Così in una nota la senatrice bolognese Michela Montevecchi, Segretario del Consiglio di Presidenza del Senato e membro della Commissione Cultura. 

Sotto i portici di Bologna: oltre 40 km di storia, tradizione e architettura | VIDEO 

"L'iscrizione dei Portici di Bologna nella lista stilata dall'UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità è motivo di orgoglio per tutti i bolognesi e per tutti gli italiani. Con il riconoscimento al capoluogo emiliano salgono quindi a 58 i siti italiani iscritti al Patrimonio Mondiale, ci confermiamo primi al mondo. È l'ennesimo riconoscimento al nostro immenso patrimonio culturale, il più importante volano di crescita e di sviluppo su cui puntare per il presente e il futuro del nostro Paese: la conferma della supremazia culturale italiana". Così il senatore del Movimento 5 Stelle Marco Croatti.

“L’iscrizione dei portici di Bologna tra i siti patrimonio dell’Umanità dell’Unesco è una straordinaria notizia che aspettavamo da tempo. Si tratta di un riconoscimento che la nostra città merita, frutto di un lavoro di squadra che per una volta ci ha visto tutti uniti per raggiungere con determinazione questo obiettivo. Adesso Bologna può far crescere ancora di più la sua popolarità nel mondo”. È quanto dichiara Silvia Piccinini, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, commentando la notizia dell'iscrizione per la città di Bologna e dei suoi portici tra i siti patrimonio dell'Umanità arrivata nel corso della seduta del 44esimo Comitato del Patrimonio Mondiale riunito a Fuzhou. “Questo riconoscimento non deve essere un traguardo ma un punto di partenza per la tutela e la valorizzazione di un patrimonio invidiato da tutti e che adesso tutto il mondo imparerà a conoscere e ad ammirerà sempre di più– aggiunge Piccinini – Complimenti alla giunta Merola e a chi, con determinazione e impegno, ha portato avanti questo intenso lavoro” conclude la capogruppo regionale M5S.  

"I portici di Bologna ci difendono d'estate dal sole e d'inverno dalla pioggia; offrono un ospitale rifugio contro le intemperie e, allo stesso tempo, rendono unica Bologna, una delle città più belle d' Europa. Grazie al ministro Franceschini, alla sottosegretaria Borgonzoni, al sindaco e all'amministrazione comunale: da oggi i nostri portici diventano patrimonio dell'umanità. Una soddisfazione immensa per chi ha Bologna nel cuore". Il scritto in una nota il senatore Pier Ferdinando Casini.

Anche "Fratelli d'Italia esprime la propria soddisfazione per il riconoscimento dei nostri Portici quale Patrimonio Unesco, un percorso che si avviò con la Giunta Guazzaloca ormai 20 anni addietro e finalmente giunto al traguardo - scrivono in una nota congiunta Galeazzo Bignami - Deputato FdI 
Marco Lisei - Capogruppo FdI in Regione Emilia Romagna, Francesco Sassone - Capogruppo FdI Comune di Bologna, Marta Evangelisti - Consigliere città Metropolitana Bologna e Stefano Cavedagna - Vice Coordinatore Regionale, delegato Metropolitano FdI - 
Un risultato frutto di un gioco di squadra che confidiamo sia vissuto come una festa per tutta la città, senza alcuna strumentalizzazione per meri scopi elettorali come purtroppo qualcuno sta già tentando di compiere. Questo risultato si è riuscito infatti ad ottenere proprio grazie alle energie e alla determinazione di tutti, indistintamente, a partire dal compianto Arch. Renato Sabbi che fece di questo obiettivo la sua ragione di vita. Ora l'impegno dell'intera comunità deve essere destinato a curare e tutelare un patrimonio che da oggi non è solo di Bologna e dei Bolognesi, ma di tutta l'Umanità, investendo su pulizia, manutenzione e decoro dei nostri amati Portici". 

"I portici di Bologna riconosciuti patrimonio dell'umanità dell'Unesco. Una bellissima notizia per la nostra città. I portici sono un'eccellenza che renderà il marchio Bologna conosciuto nel mondo. Questo risultato straordinario è il frutto di un lavoro di squadra, al quale la Lega ha partecipato attivamente, grazie all'impegno in prima persona della sottosegretaria alla Cultura Lucia Borgonzoni, che oggi tengo a ringraziare - dichiara Giulio Venturi - Gruppo Lega Bologna per Salvini Premier - Questo traguardo dimostra, una volta di più, quanto sia determinante per la nostra città la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico artistico e delle tradizioni locali. Valori per i quali la Lega si è sempre spesa e continuerà a spendersi.  

Per il segretario PD, Enrico Letta, è "una grande notizia! Un’altra spinta a fare meglio!". 

"Complimenti a Bologna, che con i suoi magnifici portici entra nella lista dei patrimoni dell’umanità dell'UNESCO - ha twittato l'ex premier, Giuseppe Conte - l'Italia si conferma ogni giorno il luogo più ricco di bellezza al mondo".

"L'iscrizione dei portici di Bologna tra i siti patrimonio dell'Umanità Unesco è la più cristallina dimostrazione di cosa rappresenti la Lega al Governo: il perseguimento di obiettivi di bene comuni. L'inequivocabile e fondamentale ruolo che ha giocato il Sottosegretario Sen. Lucia Borgonzoni in questa delicata partita non deve però far dimenticare che quello di oggi non è un traguardo ma un punto di partenza affinchè si possa arrivare ad una vittoria del Paese tutto" ha scritto in una nota P.Francesca Scarano - Capogruppo Lega Bologna per Salvini Premier. 

Siamo ancora più felici perché il portico della Barca, il cosiddetto Treno, è riconosciuto anch’esso patrimonio dell’Unesco - Alessandro Alberani, Presiente ACER

Portici in 3D: video di presentazione della candidatura a Patrimonio dell'Umanità 

“Un riconoscimento inseguito da anni oggi è stato raggiunto. Un grazie va al sindaco di Bologna Virginio Merola e a tutti i suoi collaboratori, in particolare Valentina Orioli, per l’entusiasmo e la volontà che hanno messo per ottenere questo risultato - ha dichiarato il presidente ACER, Alessandro Alberani - siamo ancora più felici perché il portico della Barca, il cosiddetto Treno, è riconosciuto anch’esso patrimonio dell’Unesco. E’ l’unico portico moderno, ma è soprattutto il portico del quartiere delle case popolari di Bologna. Quindi, è con soddisfazione che apprendo che anche i cittadini della Barca hanno un portico patrimonio dell’umanità Unesco. ACER Bologna si è prodigata in questi anni per la riqualificazione e, grazie a un recente accordo con il Comune, ha riconvertito spazi vuoti in attività produttive. E’ per questo
che oggi è una giornata speciale”. 

'Un racconto dei portici': alla scoperta di un Bello a un passo da noi - video 

"La nomina ci riempie di gioia, di orgoglio e di soddisfazione. Spetta adesso a noi tutti, alle Istituzioni a qualunque livello, conservare e preservare questo incredibile patrimonio culturale che ci rende unici nel mondo. Abbiamo molto su cui lavorare per valorizzare i nostri Portici agli occhi dei bolognesi e dei turisti e auspico che d’ora in avanti si avvii una sistematica opera di pulizia per riportarli al loro splendore, anche alla luce di questa nomina importantissima che dobbiamo meritare e di cui dobbiamo essere degni", ha dichiarato Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia. 

“Soddisfazione per il riconoscimento dell’Unesco e ringraziamento per l’attività dei nostri rappresentanti, tra cui la sen. Lucia Borgonzoni in testa, sottosegretario alla Cultura, il cui impegno è stato alla fine premiato”. Lo ha detto il consigliere  regionale della Lega e referente del Carroccio per Bologna, Michele Facci. “Con il riconoscimento di oggi, avvenuto durante la seduta del 44esimo Comitato del Patrimonio Mondiale riunitosi in Cina, l'Italia ottiene il terzo sito in questa sessione Unesco'' ha rimarcato Facci sottolineando il grande lavoro svolto in questi mesi “a favore di un riconoscimento che premia la città di Bologna e di quanti hanno saputo fare squadra, tra Ministero per i Beni Culturali e Comune di Bologna, per far sì che il risultato fosse assicurato valorizzando ulteriormente la storia della città di Bologna” ha concluso Facci.

"Che meravigliosa notizia!! Venite ad ammirarli e camminarli, sono unici, una delle meraviglie del nostro incredibile Paese" ha twittato il cantante Cesare Cremonini. 

? BREAKING!

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I portici di Bologna sono patrimonio Unesco: "Giorni di super lavoro ma ci siamo riusciti"

BolognaToday è in caricamento