menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

2 metri di distanza all'Alma Mater: l'università modifica i protocolli anti-covid

"Se tale distanza non è garantita è opportuno indossare Ffp2 come protezione delle vie respiratorie"

Nuove disposizioni anche per gli spazi all'università di Bologna, costretta a modificare i suoi protocolli di sicurezza, rivedendo la capienza di aule studio, laboratori e biblioteche, ma anche degli uffici amministrativi. Nei giorni scorsi, il prorettore vicario Mirko Degli Esposti ha inviato a dirigenti e direttori il protocollo aggiornato con le nuove disposizioni dell'Istituto superiore di sanità.

"L'evolversi dello scenario epidemiologico nel nostro Paese- spiega Degli Esposti- la maggiore diffusibilità delle varianti del virus Sars-Cov-2, insieme alle ultime indicazioni dell'Iss, ci hanno portato a rivedere il protocollo di sicurezza del nostro Ateneo" e "pur indicando la distanza di un metro come la distanza minima da adottare, ritiene opportuno aumentare, laddove è possibile, il distanziamento fino a due metri". Per questo, afferma Degli Esposti, "abbiamo ritenuto opportuno inserire nel Protocollo tale indicazione soprattutto considerando che, nell'attuale situazione epidemiologica che colloca la nostra regione in zona rossa, è necessaria un'applicazione più rigorosa delle misure di prevenzione per ridurre la diffusione dell'infezione e alleviare la pressione sui sistemi sanitari". 

Due metri tra una postazione e l'altra necessari anche nei laboratori di ricerca e didattici al fine di assicurare una distanza di due metri tra una postazione e l'altra. "Se tale distanza non è garantita è opportuno indossare Ffp2 come protezione delle vie respiratorie". Anche nelle "sale consultazione delle biblioteche, così come nelle sale studio, sarà rivista la capienza massima al fine di garantire il distanziamento di due metri tra le postazioni". La stessa distanza dovrà essere garantita, infine, "sia nei punti ristoro sia nelle sale ristoro". Rimane solo da remoto la conduzione degli esami, sia scritti sia orali, "a meno che non sussistano particolari esigenze (attrezzature specifiche) per cui è consentita la conduzione in presenza". (dire) 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento