Cronaca Via Cadriano

Cadriano, cosparso di benzina minaccia di darsi fuoco: attivati pompieri con idranti

Recidivo. Stessa scena, quattro mesi dopo. E gesti analoghi nel più lontano passato. Autore un 53enne di Granarolo, che ha inscenato la protesta davanti casa del titolare di un'impresa edile, da cui dice di dover ricevere dei soldi per uno lavoro svolto

Scena simile, quattro mesi dopo. Stesso autore: un 53enne di Granarolo dell’Emilia, che ieri è tornato a minacciare di darsi fuoco.

L'uomo nella mattinata si è presentato davanti al portone di casa del titolare di un impresa edile  di Cadriano e, dopo essersi cosparso di benzina, ha minacciato di ardersi vivo. Così in segno di protesta nei confronti dell'imprenditore che, secondo la versione del 53enne, sarebbe in debito con lui per una somma di denaro maturata per motivi di lavoro.

La situazione ha richiesto l’intervento immediato dei Carabinieri di Medicina e Granarolo dell’Emilia, nonché il personale dei Vigili del Fuoco poiché il muratore si era già cosparso gli indumenti di benzina e teneva in mano un accendino.

Nonostante un prolungato tentativo di persuasione condotto dal un militare negoziatore dell’Arma, è stato necessario ricorrere, ode evitare un gesto estremo o uno sviluppo accidentale, ai Vigili del Fuoco che hanno azionato due potenti idranti e il 53enne si è ritrovato completamente bagnato nel giro di un istante. A quel punto i sanitari del 118 hanno tranquillizzato l’uomo e lo hanno accompagnato presso la struttura ospedaliera di San Giovanni in Persiceto per le cure del caso. All’uomo è stato applicato un TSO.    

Un episodio analogo era stato registrato lo scorso settembre, quando lo stesso soggetto si era recato presso un cantiere edile, cospargendosi di benzina e con in mano un accendino pronto all'uso, aveva minacciato di volersi suicidare. La lamentela era sempre la stessa: diceva di avanzare un credito di circa 56.000 € nei confronti della ditta titolare del cantiere. L’uomo, dopo l’opera di convincimento dei Militari, si era consegnato ai Carabinieri.

P D’A., sposato con quattro figli, aveva anche già commesso analoghe azioni eclatanti a Sant’Agata Bolognese e a Cento, dove per protesta era salito su una gru.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadriano, cosparso di benzina minaccia di darsi fuoco: attivati pompieri con idranti

BolognaToday è in caricamento