Cronaca Centro Storico / Piazza Maggiore

Urina sul Palazzo del Podestà, Lega: 'Sanzioni dure per chi spregia così il nostro patrimonio'

Richiamato da un barista, gli ha riso in faccia. La prova è una foto, che lo immortala mentre espleta i suoi bisogni sorridente. Bernardini annuncia un Odg “per inasprire l’ammontare dell’illecito”, oggi fissato a 150 euro

Ieri un articolo dedicato a un ragazzo che si è messo a urinare sul Palazzo del Podestà in Piazza Maggiore e che, richiamato da un barista, non ha fatto una piega anzi, gli ha riso in faccia. La sua foto, che lo vede tranquillamente immortalato mentre espleta i suoi bisogni sorridente, è stata pubblicata su Il Resto del Carlino e dalla politica le prime reazioni giungono dalla Lega Nord, che chiede un provvedimento serio: “Dopo le scuse, ora le sanzioni” ha detto Manes Bernardini. Il problema si sa, non è nuovo.

LA MULTA: AUMENTARE QUEI 150 EURO. Bernardini chiede che non sia utilizzata “nessuna clemenza” per chi viene individuato a orinare contro i palazzi e annuncia un ordine del giorno “per inasprire l’ammontare dell’illecito”, oggi fissato a 150 euro. Il fenomeno, a quanto pare ricorrente nelle sere della movida, è stato immortalato, con tanto di foto dei responsabili.

VOGLIAMO PIU' DELLE SCUSE.Chiediamo alla municipale di procedere all’identificazione e di elevare nei loro confronti le sanzioni, che vogliamo inasprire al più presto”. Bernardini aveva già chiesto le scuse dei tanti ‘pizzicati’ a orinare in pieno centro, contro immobili storici. “Non fermiamoci qui. Chi sbaglia paga, tanto più chi lo fa con supponenza e in spregio al nostro patrimonio storico. La tolleranza contro chi non rispetta le regole non è ammessa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urina sul Palazzo del Podestà, Lega: 'Sanzioni dure per chi spregia così il nostro patrimonio'

BolognaToday è in caricamento