Ustica 27 giugno 1980 - 27 giugno 2020

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Il prossimo 27 Giugno saranno trascorsi 40 anni dalla strage di Ustica quando il DC9 I-TIGI dell'Itavia venne abbattuto da un missile e precipitò nel mar Tirreno portando con se 81 vittime innocenti coinvolte a loro insaputa in una battaglia aerea nei cieli italiani, in tempo di pace e mai dichiarata. Ricordiamo l'equipaggio del volo IH870 condotto dal Comandante Domenico Gatti, dal Copilota Enzo Fontana, gli Assistenti di v Itavia in a.s. parte lesa nel olo Paolo Morici e Rosaria Di Dominicis nonché i 77 passeggeri che mai giunsero a Palermo. Quarant'anni di indagini, di depistaggi, di battaglie legali per arrivare finalmente ad un vittorioso epilogo sancito dalla Corte di Cassazione di Roma che riconosce la Società Itavia in a.s. parte lesa nel disastro aereo e condanna i Ministeri della Difesa e dei Trasporti ad un risarcimento di €330.000.000 per non aver garantito la sicurezza dei cieli italiani la notte del 27 Giugno 1980. Finalmente gli 81 specchi oscurati e posti intorno al relitto del DC9 Itavia nel Museo della Memoria di Bologna potranno tornare a brillare di luce propria, la luce della verita. Le ultime parole dell'Avvocato Davanzali, Presidente dell'Itavia furono: l'tavia non deve morire mai.....

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento