Vacanze disabili 2018, parte il bando bis: come fare

Dal 22 maggio al 21 giugno 2018, è possibile presentare le domande presso gli Sportelli sociali. Tutte le info

Dal 22 maggio al 21 giugno 2018, è possibile presentare presso gli Sportelli sociali, le domande di contributo legate al secondo "Bando vacanze disabili" promosso dal Comune. Le domande sono riferite a soggiorni organizzati autonomamente dalla persona disabile, da sola o col nucleo familiare (vacanze_disabili_2018_bando_2_modulo_domanda._pdf-2)

Al bando possono accedere le persone disabili residenti a Bologna, con invalidità civile superiore al 66% o con certificazione di handicap legge 104/92, anche non in situazione di gravità, e che abbiamo un ISEE pari o inferiore a 6524,57 euro. Sono esclusi coloro che hanno già ricevuto il contributo sul primo Bando per soggiorni collettivi, scaduto in aprile.

Come fare: 

1) Requisiti per presentare la domanda
- residenza nel Comune di Bologna
- disabilità attestata da certificazione di invalidità civile superiore a 66% o certificazione di hadicap ex Legge n.104/92 anche non in situazione di gravità 
- attestazione ISEE (DPCM n.159/2913) pari o inferiore a 6.524,57 euro. Per il contributo oggetto della presente scheda, può essere effettuata DSU ISEE (Dichiarazione sostitutiva unica) per prestazioni socio-sanitarie con nucleo ordinario o ristretto o ISEE corrente.
- Il nucleo familiare di riferimento ordinario per l'ISEE è costituito dai soggetti che compongono la famiglia anagrafica del richiedente e dagli altri soggetti eventualmente attratti nel nucleo (coniuge separato di fatto, figli maggiorenni non conviventi con i genitori e a loro carico ai fini IRPEF, nel caso non siano coniugati e non abbiano figli) alla data di presentazione della dichiarazione sostitutiva unica presso un caaf o patronato.
- Il nucleo di riferimento ristretto per l'ISEE è composto dalla persona con disabilità, dal coniuge e dai figli minori nonchè dai figli maggiorenni a carico ai fini IRPEF qualora vengano attratti nel nucleo in quanto non conviventi, e purchè non coniugati e senza figli . Nel caso in cui la persona con disabilità non abbia nè coniuge nè figli, la situazione economica sarà riferita solo a lui con la scelta del ristretto.
- E' possibile presentare ISEE corrente nel caso in cui nei 18 mesi precedenti alla richiesta di prestazione sociale sia intervenuta una variazione della situazione lavorativa con variazione dellIndicatore Situazione Reddituale superiore al 25 per cento.

Chi ha presentato domanda ed è stato ammesso al riconoscimento del contributo per i soggiorni organizzati e per quelli con operatore regolarmente retribuito, non può ricevere anche il contributo forfettario.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

  • Avvelenato e lasciato nel parcheggio va in coma e muore dopo 2 giorni: fermati due coniugi

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

Torna su
BolognaToday è in caricamento