Vacanze archiviate, i bolognesi pronti (ma non troppo) a tornare al lavoro o sui banchi

Dalle vacanze lampo con i voli low-cost alle rimpatriate degli studenti fuori-sede. Rientro con qualche nostalgia per i bolognesi, autoctoni e acquisiti, che a settembre saranno impegnati tra esami e lavoro arretrato

I più sono tornati, anche se non mancano quelli che in vacanza ci devono ancora andare. E’ una Bologna di nuovo attiva e brulicante quella che, nei primi giorni di settembre, torna alle attività ordinarie. I negozi hanno riaperto ormai tutti, e molti sono gli studenti appena arrivati in giro per la zona universitaria. La prossima settimana si torna anche sui banchi di scuola.

«Abbiamo fatto le vacanze tornando a casa nostra, nelle basse Marche» rispondono due studentesse, già impegnate per la sessione esami di settembre. «Siamo tornate “cariche”, ma a Ottobre saremo di nuovo provate» osserva una delle ragazze.

C’è chi invece le vacanze non se le è potute godere in pieno, ma ha escogitato stratagemmi ingegnosi. E’ il caso di un lavoratore autonomo, che ha fatto di necessità virtù: «Vacanze? No, solo qualche week-end» esclama orgoglioso mentre è indaffarato nelle sue maestranze.  «Però -aggiunge- con le offerte low-cost sono andato a Formentera, si spende meno che in riviera».

Nonostante la città sia tornata ai ritmi feriali, non è raro incontrare comitive di turisti, intenti a osservare i soliti punti di interesse, dalla “finestrella” di via Piella alla “freccia” di Corte Isolani. Quanto a chi in città ci vive, molti elencano in tono sommesso i propositi per l’autunno che avanza: «Ho passato l’estate a traslocare e abbellire casa. Da qui alla fine dell’anno voglio solo sistemarmi meglio, e concentrarmi sulla mia professione» scandisce orgoglioso un insegnante non più precario: «Dopo dodici anni finalmente sono entrato in ruolo».

Ma c’è anche chi non è così rasserenato: «Rientrare è stata dura, e il prossimo periodo lo sarà ancora di più» osserva frettolosamente una giovane donna, neo tirocinante in ambito sanitario. Chi invece è rimasto in città in agosto per lavoro sta pensando solo ora dove andare in vacanza, come un giovane cuoco di un noto locale di via Altabella: «Ho cucinato per i turisti fino ad ora, ma tra poco turista lo sarò anche io».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

Torna su
BolognaToday è in caricamento