Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Manovra economica, Vacchi: 'Mi auguro presa di coscienza, serve riflessione'

Il presidente di Confindustria Emilia commenta così a margine dell'inaugurazione di un digital hub in via Ugo Bassi

 

Cosi' com'e' la manovra va corretta e ripensata. "Mi auguro che ci sia una presa di coscienza nelle prossime settimane", dice Alberto Vacchi, presidente di Confindustria Emilia centro, questa mattina a Bologna all'inaugurazione di un nuovo hub per servizi digitali dedicati alle imprese.

"Lo spread preoccupa chiunque abbia a buon cuore le sorti del Paese", sottolinea Vacchi. Per questo, sulla manovra "crediamo che sia importante trovare quadrature non in contrasto con l'Europa ne' con i mercati e la comunita' internazionale. Credo che sia doveroso e le stesse forze di governo ne dovranno tenere conto".

In poche parole, il presidente di Confindustria Emilia chiede "una riflessione" sui conti al Governo Lega-M5s. "Credo sia opportuna e credo anche che ci sara'- sostiene Vacchi- il problema non e' che il sistema finanziario internazionale abbia bocciato la manovra. E' che l'equilibrio complessivo del Paese, col debito che si ritrova, non puo' non tenere conto anche e soprattutto del parere di questa parte determinante della comunita' internazionale.

Anche perche' i denari te li devono dare loro e quindi devono avere la percezione di un percorso coerente da tutti i punti di vista", avverte il leader degli industriali emiliani. (San/Dire)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento