Cronaca

Vaccinati contagiati e Green Pass scaduto: la precisazione di Ausl

Il caso era stato segnalato da una insegnante di 42 anni che a pochi giorni dall'inizio della scuola si è dovuta programmare i tamponi ogni 48 ore per poter continuare a lavorare. L'azienda sanitaria risponde

Nessuna estensione del Green Pass, ma chi si è trovato contagiato dopo meno di 14 giorni dalla prima dose di vaccino dovrà fare anche la seconda dose. Questo è quanto precisa una nota dell'Ausl di Bologna, dopo che una insegnante di 42enne -come riportato da Bolognatoday- ha denunciato nei giorni scorsi l'impossibilità di recarsi al lavoro a scuola, a causa di un intoppo burocratico nato attorno alla precoce scadenza del Green Pass.

Nel diramare la nota, Ausl ricorda che "soltanto il 9 settembre scorso è stata emanata la circolare ministeriale" relativa alla questione.

Scuola, lo sfogo dell'insegnante: "Vaccinata e guarita dal Covid, ma il Green pass è scaduto proprio all'inizio della scuola"

Nello specifico, la circolare ministeriale puntualizza che - allo scopo di completare il ciclo di immunizzazione ed ottenere quindi il green pass - sarà necessaria la somministrazione della seconda dose di vaccino anticovid entro sei mesi, solo ed esclusivamente per coloro che hanno contratto l’infezione da Sars-CoV prima del 14esimo giorno dalla somministrazione della prima dose di vaccino. Diversa è la situazione dei cittadini che si sono ammalati dopo il quattordicesimo giorno dalla prima dose di vaccino anti-covid, per i quali il ciclo vaccinale può intendersi completato.

Infezione dopo la prima dose: i chiarimenti di Ausl e Regione

L'intoppo dei vaccinati poi contagiati: considerati 'solo' guariti, non immunizzati

In merito al caso specifico riportato nell’articolo, e in riferimento alla circolare ministeriale del 18/6 u.s., l’Azienda USL di Bologna precisa che per l’insegnante 42enne "è suggerita la vaccinazione eterologa con Pfizer o Moderna a cui potrà accedere attraverso prenotazione Cup – ma anche in libero accesso – facendo riferimento ai posti resi disponibili negli hub dislocati sul territorio, il cui elenco è pubblicato su una pagina dedicata nel sito dall’Azienda sanitaria".

Green pass, Cisl: "Enigma per chi si è ammalato dopo prima dose"

Sempre Ausl riconosce e prende atto "della mancanza di chiarezza informativa in merito al completamento del ciclo vaccinale nei casi di guarigione covid a seguito della somministrazione della prima dose di vaccino che, soltanto la circolare ministeriale di qualche giorno fa, ha sciolto". Le autorità sanitarie stanno ora provvedendo a "rintracciare l’insegnante per trovare la soluzione a lei più idonea per completare il ciclo vaccinale e permetterle di proseguire in sicurezza l’anno scolastico appena avviato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinati contagiati e Green Pass scaduto: la precisazione di Ausl

BolognaToday è in caricamento