rotate-mobile
Cronaca

Vaccini 75-79, le prenotazioni in farmacia non si fermano: "Però ci chiedono quale vaccino faranno"

Poche le code e casi di disdetta dopo lo stop di Aifa ad Astrazeneca

Per ora l'atteggiamnto che prevale è quello dell'attesa ma chi prenota il vaccino per gli anziani nella fascia 75-79 anni "ci chiede quale vaccino faranno". E' questo quello che emerge da un rapido giro nelle famracie bolognesi all'indomani dell'apertura della campagna vaccinale per gli anziani dai 75 ai 79 anni, ma anche il giorno dopo l'annuncio del blocco del vaccino Astrazeneca, disposto dall'Aifa.

"Guardi tra ieri e oggi avremo avuto un 10 per cento di rinunce" commenta il farmacista addetto al Cup della farmacia delle Lame. "Ieri mattina c'erano persone in fila sin dalla apertura, poi nel pomeriggio è arrivato l'annuncio e allora qualcuno si è ripresentato e qualcun altro ha richiamato dicendo di voler annullare la prenotazione".

La raccomandazione però che arriva dal punto prenotazioni è che "attenzione ad annullare la prenotazione: una volta annullata non si sa quando si potrà effettuare di nuovo" commenta l'addetto.

Stop vaccino Astrazeneca, Ausl: "Prenotazioni riprogrammate"

Spostandosi alla farmacia Toschi di San Felice il clima è simile. Le file fuori dal punto prenotazioni non sono numerose e l'addetta alle prenotazioni dentro spiega che "disdette non ne abbiamo ricevute proprio, parlo almeno di chi può prenotarsi qui, ovvero gli anziani".

Infatti l'altra grande categoria di colpiti dal blocco Astrazeneca sono il corpo docente e le forze dell'ordine, per le quali però la prenotazione e la somministrazione avviene attraverso il medico curante.

Tornando alle farmacie, anche dal punto prenotazioni della farmacia San Lorenzo di via ugo Bassi, non si lamentano grossi disagi. "Semmai qualche figlio preoccupato di quale vaccino farà la propria mamma" commenta la titolare "ma comunque la scelta e l'autorizzazione alla somministrazione la dovrà firmare il diretto interessato al momento della puntura, dove verrà anche speificato il tipo di vaccino inoculato".

Ma di disdetta del vaccino -a poche ore dal blocco Astrazeneca- non si avverte segno rilevante, anche sentendo gli animi di chi rimane fuori ad aspettare. E' il caso della farmacia del Porto di via Marconi, dove sono in cinque in attesa della prenotazione. 

"Moché moché (macché macché, ndr) io il vaccino me lo faccio lo stesso -commenta sicura la signora Gisella, 78 anni compiuti a gennaio- anche perché dopo, con tutto quello che hanno da fare figurati se si ricordano di richiamarmi" ironizza.

Più scettico invece Amedeo, 76 anni, convinto di volere il vaccino Pfizer. "Ma non si poteva aspettare un po' di più prima di mandare in vacca tutto quanto?", apostrofa convinto.

 Aifa sospende la somministrazione di Astrazeneca in tutta Italia

Prenotazione vaccini e blocco Astrazeneca, Donini: "Chi ha prenotato sarà richiamato"

Dalla Regione si fa sapere che, nella fascia delle prenotazioni per le età 75-79 anni, sarà fissata a breve "una nuova data per tutti coloro che nella giornata di ieri avevano già ottenuto un appuntamento nei prossimi giorni".

E l’assessore alle Politiche per la salute dell’Emilia-Romagna Raffaele Donini a intervenire direttamente: “Chi ha già prenotato sarà sicuramente vaccinato con i vaccini previsti dal piano. L’unico cambiamento è che per tutti coloro che avevano un appuntamento nei prossimi giorni sarà fissata a breve una nuova data.  Sarà compito delle aziende sanitarie contattare direttamente i cittadini coinvolti, che non dovranno quindi occuparsi di nulla”.

Anziani tra i 75 e i 79 anni: come prenotare il vaccino

Le persone tra i 75 e i 79 anni (circa 210mila persone, in tutta la regione) potranno prenotare secondo i canali già noti. Dunque, recandosi agli sportelli dei Centri Unici di Prenotazione (Cup), o nelle farmacie che effettuano prenotazioni Cup; online attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse), l’App ER Salute, il CupWeb (www.cupweb.it); oppure telefonando ai numeri previsti nella Usl di appartenenza per la prenotazione telefonica.

All’atto della prenotazione, al cittadino saranno comunicati la data, il luogo dove recarsi e tutte le ulteriori informazioni necessarie. Nel caso in cui si sia impossibilitati ad essere trasportati per effettuare la vaccinazione, ci si può rivolgere direttamente alla propria Azienda Usl. Per prenotarsi non serve la prescrizione medica: bastano i dati anagrafici - nome, cognome, data e comune di nascita - o, in alternativa, il codice fiscale.

Un altro lotto Astrazeneca sotto sequestro: i sigilli anche a Bologna 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini 75-79, le prenotazioni in farmacia non si fermano: "Però ci chiedono quale vaccino faranno"

BolognaToday è in caricamento