menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, da casa in Fiera in ambulanza: un nuovo servizio per i pazienti allettati

Da oggi, ogni domenica sei ambulanze porteranno i malati in fiera per i vaccini

In fiera al via da oggi domenica 18 aprile un nuovo servizio per raggiungere e vaccinare le persone con gravissime difficoltà motorie che sarebbero candidate esclusivamente alla vaccinazione domiciliare. Il servizio nasce dall’esigenza di rispondere più tempestivamente ai pazienti domiciliari attraverso un intervento che coinvolge diversi interlocutori: la Centrale territoriale vaccini, la Centrale Operativa Unica Trasporti e il Drive della Fiera gestito dal Dipartimento di Sanità Pubblica.

"Non ci fermiamo né domeniche né festivi - dichiara Lorenzo Roti, Direttore sanitario dell’Azienda Usl di Bologna. Nonostante le difficoltà continuiamo ad unire le forze, mettendo in campo tutte le risorse disponibili affinché giorno dopo giorno il vaccino raggiunga l’intera popolazione. Anche oggi vogliamo essere pronti a fare tutto il possibile e grazie al grande sforzo della rete sanitaria e del sociale possiamo avvicinare il vaccino alle persone più fragili e in difficoltà della nostra comunità".

"Ogni domenica - dichiara Marco Veronesi, responsabile Centrale Operativa Unica Trasporti dell’Azienda Usl di Bologna – il numero di ambulanze dedicate alle dimissioni protette, al trasporto dei pazienti dializzati, al trasporto dell’assistenza domiciliare integrata e/o ad altri trasporti intraospedalieri è di per sé ridotto. Tale servizio è infatti attivo, a pieno regime, dal lunedì al sabato per un totale, in media, di 4450 trasporti a settimana".

Vista la necessità di aumentare le vaccinazioni ai cittadini allettati, ogni domenica, sei ambulanze verranno impiegate per prelevare dal proprio domicilio il malato, insieme all’eventuale accompagnatore e trasportarlo in barella al Drive through della Fiera. Qui il personale medico e infermieristico provvederà all’anamnesi e alla somministrazione del vaccino. Dopo aver concluso il tempo di osservazione post vaccinale (15 minuti circa) i soccorritori riporteranno il cittadino a casa, nel proprio letto.

Sono già 3750 le vaccinazioni effettuate a domicilio dai team vaccinali (medico ed infermiere) dell’Azienda Usl di Bologna. La vaccinazione domiciliare comporta un impegno importante sia in termini di programmazione che di persone coinvolte, nelle ultime settimane sono stati raddoppiati i team vaccinali. 

"Oggi iniziamo con una trentina di pazienti, ma vogliamo incrementare il numero ogni domenica, compatibilmente con le dosi di vaccino e i mezzi disponibili” sottolinea Roberta Toschi, Dirigente della Centrale territoriale vaccini. 

Un passo in più per arricchire il drive through della Fiera che durante la settimana consente un trasporto di accompagnamento dei soggetti ipomobili (ovvero con difficoltà motorie e/o di spostamento), mentre la domenica, grazie anche al costante supporto del Terzo settore cittadino, organizza il trasporto in barella dei pazienti allettati.

L'Appennino si prepara all'estate: "Tantissime prenotazioni ma manca l'offerta" | VIDEO

Covid e carcere, il Garante dei detenuti: "Vaccini snodo fondamentale per la sicurezza"

Covid, festa in appartamento: otto studenti sanzionati

Covid, al Sant'Orsola chiude una terapia intensiva: "E anche questa volta è finita, speriamo"

Merola da Draghi, le richieste: "Liquidità a fondo perduto e revisione scadenze fisco per accompagnare le riaperture"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento